Cacciatore pratese stroncato da un infarto mentre è nei boschi del Valdarno

Aveva finito una battuta di caccia con un amico e con il nipote quando è stato stroncato da un infarto fulminante. E’ morto così, ieri pomeriggio, un cacciatore pratese di 62 anni. Il tragico incidente è accaduto ieri pomeriggio, mercoledì 29 dicembre, nei boschi di Montalto, nel comune di Pergine Valdarno. Il cacciatore pratese si era recato in provincia di Arezzo per una battuta di caccia. I tre cacciatori avevano finito e stavano tornando verso l’auto, quando all’improviso il 62enne si è accasciato nal suolo con un dolore fortissimo al petto. L’uomo ha perso immdiatamente conoscenza. Il nipote e l’amico hanno quindi allertato i soccorsi. Siccome la posizione non era facilmente raggiungibile, il medico del 118 ha detto al nipote 50enne dell’uomo cosa doveva fare, guidando praticamente le manovre riuanimatorie in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Purtroppo, però, tutto è stato inutile: quando i carabinieri, i vigili del fuoco e i sanitari sono giunti sul posto per l’uomo non c’era più nulla da fare.

I commenti sono chiusi.