Derubato di 2.350 euro da due falsi poliziotti che poi lo trascinano con l’auto durante la fuga

E’ stato raggirato e derubato da due malviventi che si sono spacciati per poliziotti. Ma la situazione poteva prendere una piega ancora più tragica, visto che la vittima è stato trascinato per alcuni metri dall’auto dei banditi in fuga e solo per un caso fortunato se l’è cavata con pochi danni. E’ accaduto ieri pomeriggio verso le 14 in via San Giusto. La vittima è un cinese di 32 anni, residente in provincia di Treviso. L’uomo, mentre stava camminando, è stato avvicinato da un’auto con a bordo due individui in abiti civili che si sono qualificati come poliziotti. Poi, con la scusa di un controllo, i due hanno preso al cinese il passaporto e il portafogli con dentro contanti per 2.350 euro. Quando il giovane cinese ha capito le vere intenzioni dei due falsi agenti, ha provato a recuperare il maltolto aggrappandosi al finestrino dell’auto. Ma i malviventi non ci hanno pensato su due volte e sono partiti a tutta velocità, trascinando il malcapitato per un breve tratto. Alcuni passanti, che hanno assistito alla scena, hanno subito pensato ad un tentativo di sequestro di persona e hanno chiamato il 112 che ha inviato sul posto due pattuglie del Radiomobile. Intanto il cinese è stato portato al pronto soccorso dove per fortuna gli sono state riscontrate solo ferite e contusioni di lieve entità. Le indagini sono seguite dai carabinieri che però, al momento, non hanno molti elementi, visto che la vittima non è stata in grado di fornire particolari interessanti, mentre i testimoni sono spariti.

I commenti sono chiusi.