Scritte ingiuriose contro il vescovo a palazzo vescovile: denunciato un uomo di 63 anni

Si è armato di vernice e pennello e ha imbrattato il portone d’ingresso del palazzo vescovile con la scritta “Ladro ignominioso”, chiaramente indirizzata al vescovo. Poi, non contento, vi ha apposto in calce la sua firma e ha ripetuto il tutto su una vetrata interna alla sede vescovile. A quel punto, erano le 14.50 di ieri, qualcuno lo ha notato e ha dato l’allarme. Sul posto è quindi intervenuta una pattuglia della Volante che ha fermato l’uomo. Si tratta di un 63enne  originario di Reggio Calabria e residente a Prato. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per danneggiamento aggravato, mentre personale della Curia veniva informmato di quanto avvenuto.

I commenti sono chiusi.