Hockey, Prato mette paura alla capolista Valdagno che passa solo nel finale

Non basta il cuore dell’Mg Estra. Nonostante una prova di grandissimo carattere la formazione di Enrico Bernardini esce sconfitta dalla sfida del PalaPrato contro i campioni d’Italia del Valdagno. Sfida subito viva e ricca di occasioni: per due volte l’ex Antezza si rende pericoloso davanti a Gianassi, ma Prato c’è e prima Chemello scalda i guantoni di Oviedo poi un altro dei tanti ex Alberto Bertoldi, nato e cresciuto a Valdagno, infila alla spalla del portiere argentino la pallina dell’1-0. Antezza e ancora Bertoldi sono i più pericolosi poi al 9′ Nicolia, da dietro porta, beffa la difesa laniera e trova il pari. Prato è pericolossimo ancora con Bertoldi al 10′, ma Rigo si procura di mestiere e trasforma il rigore del vantaggio ospite. Nicolia centra il palo al 12′, ma sull’altro fronte Amato impegna severamente Oviedo in almeno 3 circostanze. Si va al riposo sul 2-1 per gli ospiti, ma Prato è ampiamente in partita.
Ad inizio ripresa ci prova Tataranni ma trova pronto Gianassi. Amato sul fronte opposto fa altrettanto, ma l’occasione più ghiotta capita sulla stecca di Nicolia che però si fa neutralizzare un tiro diretto da Gianassi concesso per un fallo di Amato (blu e 2 minuti in inferiorità) su Rigo. Ramirez viene espulso e Antezza al 10′ realizza il tiro diretto senza però festeggiare davanti al suo ex pubblico. Nonostante l’inferiorità numerica l’Mg Estra dimostra cuore e coraggio e prima accorcia con Amato su rigore all’11′ e poi trova il pari con Bertoldi al 13′. I lanieri meriterebbero almeno il pari ma a poco più di 3′ dalla fine arriva la rete ancora di Nicolia che beffa un Mg Estra tutta cuore e determinazione.

I commenti sono chiusi.