Lotta all’illegalità e integrazione, Silli replica al Pd: “Proponete cose che stiamo già facendo da tempo”

 

L'assessore Giorgio Silli

Dopo Milone, ora Silli. Non sono piaciuti ai componenti della giunta Cenni le accuse del Pd rivolte alle politiche di contrasto all’illegalità e a quelle dell’integrazione portate avanti dall’amministrazione comunale. E così, dopo che Milone aveva replicato a stretto giro di posta, tocca ora all’assessore Giorgio Silli, che ha scritto una lettera aperta dove, senza tanti giri di parole, si accusa l’opposizione di copiare quanto fatto finora dalla giunta di centrodestra.
“Quando da bambino copiavo dal mio compagno di banco – scrive Silli – , avevo il buon senso di non dirlo alla maestra. Francamente non capisco come il Pd sbandieri ai quattro venti, da settimane, proposte non solo già avanzate dalla giunta Cenni, ma alcune addirittura in via di attuazione. Due giorni dopo il Consiglio comunale straordinario sull’immigrazione, in cui io e l’assessore alla Sicurezza Aldo Milone abbiamo presentato le proposte riprese ora in maniera pittoresca dal Pd, la consigliera Maria Grazia Ciambellotti ha lanciato l’idea di un forum di imprese italiane e cinesi per favorire l’integrazione dei distretti manifatturieri: ho fatto notare alla consigliera che il ministero del lavoro ha già stanziato per Prato, Milano e Roma 3 milioni di euro per questo progetto, come riportato dai media più volte. La segretraia del Pd Ilaria Bugetti  ha ripetuto lo ‘’scivolone’’ di Ciambellotti ribadendo la cosa proprio sabato. Non so se essere perplesso o dispiaciuto…Lo stesso vale per la proposta di revocare il permesso di soggiorno a chi sfrutta i clandestini. Ne parliamo da più di un anno, le proposte sono state avanzate dalla giunta Cenni al ministero competente tramite il Tavolo sulla sicurezza del ministro Maroni e tramite la Commissione nazionale immigrazione di Anci, come pubblicato, anche in questo caso, sia a livello locale che regionale dalla stampa. Per non parlare del goffo tentativo di dare lezioni al presidente dell’Unione industriale pratese Riccardo Marini, che credo non abbia bisogno di essere stimolato da nessuno per raccogliere o meno un invito della presidente nazionale Emma Marcegaglia”.

 

4 pensieri su “Lotta all’illegalità e integrazione, Silli replica al Pd: “Proponete cose che stiamo già facendo da tempo”

  1. meno parole e litigi e piu’ azioni. Parlate parlate, ma intanzto la situazione sta peggiorando. Revoca del permesso di soggiorno a chi sfrutta i clandestini? Ma questo e’ SOTTINTESO. E che fate? litigate per una cosa cosi’ ovvia? QUALSIASI altra persona sana di mente (e ovviamente voi politicanti non lo siete), avrebbe gia’ proposto questa soluzione da anni. Cosa pensate di risolvere nel dare a questi escrementi umani dei semplici fogli di via? Se li mettono nel c*lo e continuano a fare cio’ che gli pare a Prato. Ora, che a distanza di 20 anni, e dopo tanti problemi, dei politichini come voi vengono fuori con idee tipo “ah, ma se revocassimo il permesso di soggiorno a chi sfrutta i clandestini” mi sembra un’idea assurda da decerebrati come voi siete. Meno parole e piu’ azioni: via i cinesi da Prato, via i clandestini, spacciatori, prostitute e tutti quelli che insozzano questa citta’. Con le buone o con le cattive. E voi politichini, parlate meno e pensate di piu’ al da farsi, invece di stare a punzecchiarvi come bambini dell’asilo perche’ Tizio vi ha detto questo e Caio quest’altro. A leggere le notizie di Prato, qui dalla Cina, e non avendo vissutoci (a Prato) da qualche anno, mi viene il voltastomaco. Invece di prendere misure effettive, con ESPULSIONI IMMEDIATE dal territorio nazionale anche per reati minimi tipo permesso di soggiorno (come fanno QUI al loro paese), voi cercate di fare i buonini e i perbenini perche’ avete paura che l’opinione pubblica vi definisca razzisti. No, non vi definiscono razzisti: vi definiscono COGL@ONI, come qui in Cina, che vi sghignazzano alle spalle perche’ sanno che in Italia tanto le cose non funzionano e chiunque commetta un crimine puo’ tranquillamente a fare i cavolacci sua in Italia. Quindi cogl@onate meno e agite di piu’, invece di stare a parlare di caz#ate giusto per farvi belli. Controlli a tappeto, non solo nelle ditte ma anche nelle case private (cosi’ scoprirete quanta MER*A saltera’ fuori), perquisizioni a tappeto anche di passanti, arresti e espulsioni immediate per ognuno che sgarra. NIENTE foglio di via che non serve a un cavolo: appena uno sgarra, arresto e espulsione immediata!!

  2. intanto vi siete gia’ sput*anati davanti agli occhi di mezza Europa e quasi tutta la Cina, leggete i commenti che i cinesi fanno su di voi rigurado la situazione pratese: nel caso piu’ buono vi definiscono mentecatti e imbranati. Continuate, si, continuate a fare i perbenisti e i buonisti, continuate a a dare fogli di via che non servono a niente, e da imbranati verrete poi definiti imbecilli totali.

  3. Gay…..i tuoi interventi denotano un certo nervosismo da mancanza di seggiolone…… :-)