Mobilità nel centro storico: dal sondaggio emerge la voglia di maggiori restrizioni. Domani se ne parla in un consiglio straordinario

Il tema della mobilità in centro storico, al centro del sondaggio di NdP che si è chiuso ieri sera, sarà protagonista domani, lunedì 31 gennaio, alle 15.30 di una seduta straordinaria del consiglio comunale convocata sul tema: “Mobilità in centro storico: Apu e Ztl – Indirizzi, provvedimenti”.
Intanto, tornando al sondaggio di Notizie di Prato, c’è da registrare la netta prevalenza dei sostenitori di un inasprimento delle misure attualmente in vigore per regolare l’accesso della auto al centro storico. Quasi due terzi dei votanti, infatti, ha chiesto o la chiusura totale dell’attuale area pedonale o maggiori restrizioni, vincolandole però ad una politica che potenzia sia i parcheggi sia i trasporti pubblici. Decisamente pochi, invece, i fautori di una maggiore liberalizzazione al traffico, come chiesto invece, dalle associazioni dei commercianti del centro storico. Ma ecco, nel dettaglio, come i lettori di Notizie di Prato si sono espressi sul tema. La maggioranza relativa, vale a dire 175 voti pari al 33% ha scelto l’opzione “Bisogna rendere la zona pedonale completamente off limits alle auto”. Più dietro, a quota 142 voti (27%), chi ha invece scelto la risposta: “Ritengo necessarie più restrizioni all’accesso delle auto ma solo con più parcheggi e trasporto pubblico più efficiente”. Nettamennte più staccate le altre quattro possibili risposte al sondaggio. Per 69 nostri lettori (13%) la Ztl è troppo estesa e bisogna ridurla. Il 12% dei partecipanti (pari a 61 voti) chiedono di lasciare la situazione come è adesso ma di intensificare i controlli, ricorrendo anche ai varchi elettronici. Infine per il 9% (45 voti) le cose vanno bene così come sono. Mentre il 6% (31 voti) chiede di ridurre i vincoli per l’accesso al centro e di dare maggiori deroghe.

6 pensieri su “Mobilità nel centro storico: dal sondaggio emerge la voglia di maggiori restrizioni. Domani se ne parla in un consiglio straordinario

  1. Meno ZTL, più APU, con una permeabilità alle auto lungo assi principali (per favorire il sali/scendi) e parcheggi gratuiti dalle 16.

  2. meno suvve più civiltà europea meno bunga bunga bonacchi…piccolo provincialotto senza cultura

  3. Le leggi ci sono, basta applicarle, oltre al buon senso e la buona educazione, sia APU che ZTL sono sufficienti, basta controllarle ed eliminare il buonismo, tolleranza zero, per capirsi, e quando si tocca il portafoglio l’ educazione ed il buonsenso arrivano in automatico. E’ stato creato un bellissimo gigante, la nostra biblioteca cittadina con un flusso di oltre 1500 visite giornaliere, servizi nessuno, disagi immensi.Il parcheggio negli spazi limitrofi è saturo ed insufficiente per i residenti, figuriamoci se può accogliere altri elementi. Questo per quanto riguarda le auto, i motocicli sono la piaga maggiore, sono parcheggiati in ogni dove, e nonostante i chiarissimi segnali di divieto,( la segnaletica è stata rifatta di recente ) e le numerose chiamate alla municipale, talvolta viene risposto non si possono multare tutti i giorni, in fondo sono ragazzi che vengono per studiare. Che studino pure in tutta libertà, ma imparino anche il senso civico ed il rispetto, base salutare per la loro formazione di cittadini del domani.

  4. Se erano studenti extracomunitari tu vedevi come li mandava di corsa i vigili SuperAldo!