Viareggio Cup, i baby biancazzurri sconfitti e felici: storico passaggio agli ottavi del torneo

Il Prato viene sconfitto nell’ultima del girone della Viareggio Cup con il Palermo, ma tiene alto l’onore per il gioco espresso e per la qualificazione, arrivata per il miglior piazzamento come seconda, grazie alla differenza reti ed alle due precedenti vittorie con Lumezzane e Brera. Biancazzurri dunque agli ottavi di finale della 63° edizione della Viareggio Cup. Un risultato che riempie di gioia la società laniera alla sua prima storica apparizione nella prestigiosa manifestazione.
Il Prato entra in campo determinato con la volontà di andare subito a “far male” al Palermo. I biancazzurri si rendono pericolosi al 5’. Tafi mette un buon pallone in mezzo per Regoli che però gira alto sopra la traversa. Cinque minuti dopo i rosanero rispondono con il talentuoso Nappello che salta Tafi e conclude da distanza ravvicinata. D’Oria però è attento e blocca con sicurezza. Al 30’ il Prato avrebbe la possibilità di passare in vantaggio. I lanieri sono protagonisti di una grande azione corale. Vigni trova lo spunto sulla corsia laterale di destra, salta il diretto avversario e mette una palla tesa verso il centro. Migani respinge, la sfera carambola sui piedi di Pagnotta che da pochi passi non riesce a trovare la via del gol. Passano i minuti, il Prato ha un momento di “black out”, ed al 43′ il Palermo passa in vantaggio con Asiedu Ofosu in seguito ad un batti e ribatti in area di rigore. Momento no per i biancazzurri che subiscono il gol del raddoppio poco dopo. Al 45’ Silvestri supera D’Oria di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione.
Il Prato ha una reazione di orgoglio ed al 46’ Guarisa colpisce il palo interno dopo una splendida azione in tandem con Vigni.
Nella ripresa da segnalare poche emozioni. La gara rallenta il proprio ritmo. All’8’ Tafi ci prova da fuori, dopo un corner respinto dalla difesa del Palermo, ma il suo destro finisce sul fondo. Sul finale il Prato accorcia le distanze con Schenetti (secondo gol personale nel torneo) subentrato a Vigni. L’esterno destro biancazzurro gira il pallone in rete con un gran sinistro rasoterra al volo, dopo un batti e ribatti in area di rigore.
Il Palermo prova a reagire, ma D’Oria è attento e sventa con sicurezza due contropiedi orchestrati dalla formazione rosanero.
Finisce 2-1 in favore dei ragazzi di Beruatto l’ultima sfida del raggruppamento undici. Un risultato tutto sommato positivo, per la caratura dell’avversario e per la qualificazione dei biancazzurri che accedono agli ottavi di finale.

I commenti sono chiusi.