Concorso internazionale per il ponte Manetti: domani alla Monash la premiazione del vincitore

Un’opera strategica per il collegamento fra le Cascine di Tavola e il parco della villa medicea di Poggio a Caiano: il Ponte Manetti, così indicato per il nome del costruttore, in realtà Ponte Leopoldo II, ha attirato professionalità provenienti da tutta Italia e anche all’estero per la progettazione della sua ricostruzione.
Domani, venerdì 1 aprile, nella sede della Monash University (ore 10,30), la premiazione del vincitore del concorso internazionale al quale hanno preso parte 127 progettisti. Sarà presente l’assessore regionale all’Urbanistica Anna Marson, il presidente della Provincia Lamberto Gestri, il sindaco di Poggio a Caiano Marco Martini, l’assessore ai Lavori pubblici di Prato Roberto Caverni, il presidente della Camera di commercio Carlo Longo, l’assessore provinciale al Territorio Alessio Beltrame, l’assessore alla Cultura di Poggio a Caiano Angelo Formichella, tutta la commissione giudicatrice, i primi sei classificati e le tre menzioni speciali.
Insieme alla presentazione del progetto vincitore verranno illustrate anche le attività collaterali legate al Ponte Manetti che saranno attivate prossimamente.

I commenti sono chiusi.