La Stradale scopre in via Filzi un’officina completamente abusiva: il titolare lavorava da mesi senza alcuna licenza o autorizzazione

Un’officina meccanica completamente abusiva è stata scoperta questa mattina in via Filzi dagli agenti della squadra di polizia giudiziaria della polizia stradale. I poliziotti hanno effettuato il controllo all’interno del locale dove, in uno spazio di circa 200mq, si trovava il titolare della ditta, un trentenne pratese, intento nella riparazione di veicoli e moto. E’ bastata una rapida verifica per scoprire che il giovane era totalmente privo di alcuna autorizzazione per lo svolgimento dell’attività. A poco è servita la giustificazione del 30enne, che ha detto di essere al momento in possesso di partita Iva e che in futuro avrebbe provveduto a munirsi delle dovute licenze, pur avendo già iniziato ad esercitare l’attività da qualche mese.
Vista la situazione del tutto irregolare, i poliziotti della Stradale hanno quindi posto in sequestro amministrativo tutta l’attrezzatura impiegata nello svolgimento abusivo dell’attività, inoltre è stato redatto nei confronti del trasgressore il verbale di sanzione amministrativa per circa 5mila euro.  Il materiale sequestrato consiste in banchi e carrelli da lavoro, pedane pneumatiche, apparecchi per smontaggio ed equilibratura gomme, morse, attrezzistica varia, diverse cassettiere con bullonerie e materiali da consumo, svariati treni di gomme estive e invernali, caricabatterie, vasca lava pezzi, saldatrice, mole ecc. In parte è risultato essere di proprietà, in parte acquisito con regolari contratti di locazione ed in parte in prestito con prospettiva di futuro acquisto.

Un pensiero su “La Stradale scopre in via Filzi un’officina completamente abusiva: il titolare lavorava da mesi senza alcuna licenza o autorizzazione

  1. Ma i clienti erano contenti? Magari era più bravo di quelli “autorizzati”…