Rissa tra italiani e cinesi in via Cerutti: promotori scambiati per truffatori e aggrediti con una spranga

Movimentato episodio ieri pomeriggio in via Cerutti con un alterco scoppiato tra italiani e cinesi che è ben presto degenerato. Sul posto, per riportare la calma e ricostruire la vicenda, sono intervenute le Volanti della questura. Ad affrontarsi sono stati tre italiani, dipendenti di un’agenzia che svolge attività di promozione per la stipula di contratti di forniture elettriche e di gas, e tre cittadini cinesi, un uomo e due donne, una delle quali incinta. A quanto sembra il litigio, scoppiato poco prima delle 16, sarebbe stato causato dalla difficoltà di una delle donne, una 34enne, a comprendere quanto le stavano offrendo i tre agenti. Probabilmente la donna, che parla male l’italiano, ha pensato di avere davanti tre truffatore e li ha quindi allontanati in malo modo, provocando la reazione risentita dei tre, in particolare del titolare dell’agenzia, un 31enne. A questo punto è intervenuto un conoscente della donna, anche lui cinese, di 31 anni, che si è armato con una mazza di ferro con la quale ha aggredito i tre promotori, ferendone uno. I tre italiani sono allora corsi via, inseguiti dal cinese che, sulla strada, ne ha afferrato uno. Al parapiglia si è aggiunta anche la moglie del cinese, nonostante il suo stato di gravidanza. E alla fine è stata proprio al donna ad avere la peggio, visto che è finita ko, colpita da un pugno al volto. Sul posto, oltre alla polizia, sono intervenute anche le ambulanze del 118, per prestare soccorso ai contusi. Gli agenti hanno quindi riportato al calma e invitato tutti i partecipanti alla rissa a presentarsi in questura per meglio ricostruire l’intricata vicenda. Dagli accertamenti è poi risultato che uno die promotori, di origine campana, aveva dei precedenti per il reato di truffa.

9 pensieri su “Rissa tra italiani e cinesi in via Cerutti: promotori scambiati per truffatori e aggrediti con una spranga

  1. E’quanto ci hanno lasciato in eredità le precedenti giunte: dei cinesi perfettamente civilizzati ed integrati. La nota più patetica è che tutto ciò è avvenuto perché – come sempre – ai cinesi di imparare l’italiano non gliene importa nulla.

  2. Però quando arrivano a casa mia dei tipi come quelli la tentazione di andare a prendere la spranga è forte…

  3. No, vi prego…ogni cosa è buona per dire “è colpa delle precedenti giunte”…

  4. Mi sa che i cinesi hanno avuto la giusta intuizione.. Questi hanno proprio l’aria di essere dei truffatori napoletani.. altro che discorsi..

  5. Mirco,stavolta le precedenti giunte non ci entrano per niente,piuttosto i Cinesi stavolta “sbagliando” l’anno fatta giusta,anche noi che usiamo la lingua di Dante quasi alla perfezione non sappiamo distinguere i veri promotori da i soliti truffatori intineranti.

  6. Alessio R Dante si rivolterebbe nella tomba a vedere scritto “hanno” senza H!

  7. solo a Prato eh…

    “Prato, nella ricca provincia dello Zhejiang, ha visto negli ultimi anni una massiccia invasione di etnie straniere che si sono perfettamente integrate nella citta’ sebbene esistono ancora sacche di isolamento culturale, specialmente da parte dela minoranza italiana. L’amministrazione comunale, tramite il portavoce Chin Chun Li si e’ impegnata per attivare corsi di integrazione diretti soprattutto alle minoranze etniche italiane..”
    Tratto da Zhongguo Prato, ed. Wenzhou, 2011

  8. Chiedo venia a Marco e a Dante, un s’abbia a fà male nel rigirassi nella tomba pooero figliolo,purtroppo mi è proprio scappata quella h davanti al verbo avere.Però sè capito benissimo seguendo il “filo”del discorso che non si intendeva anno cronologico.Sai d’altronde ho ottenuto la licenza diterza media inferiore col recupero delle 150 ore.Saluti Buon Primo Maggio.