Basket, il coach Mario Bini lascia i Dragons dopo tre anni ricchi di soddisfazioni e firma per Piombino

La dirigenza della Pallacanestro 2000 Prato ha comunicato che Mario Bini non sarà l’allenatore della squadra che disputerà il suo secondo campionato di serie B. Il tecnico piombinese di nascita, ma da decenni residente a Prato ed ormai pratese d’adozione, ha accettato un’offerta triennale proprio da parte della squadra della città che gli ha dato i natali.
Mario Bini ha un legame di lunghissimo corso con Prato, avendo allenato già nei primi anni ’90 l’allora Rangers Prato e successivamente anche l’Athena Basket in A2 femminile. Nel 1997 fu richiamato alla guida della Rangers dai consiglieri Consorti e Corsi che gestivano la formazione di serie C1. Coach Bini fu anche l’ultimo allenatore della squadra nel 2000 conquistando i play off con una squadra dall’età media al di sotto dei 22 anni e con tutti giocatori di scuola pratese. Al momento della cessione del titolo, il tecnico optò coraggiosamente per ripartire da zero con la neonata società pratese del Presidente Magherini. In 2 anni la pilotò dalla Promozione alla C2 conquistando i playoff al primo tentativo. Richiamato a furor di popolo nel 2008 è stato l’artefice di tre autentici miracoli. La salvezza ai playout in C1 recuperando ben 12 punti in 8 giornate di regular season, la storica promozione in B pur partendo dal 9° posto in griglia playoff dell’anno seguente ed infine, a dispetto di ogni pronostico, l’ultimo prodigio datato 19 maggio quando ha guidato i Dragons alla salvezza nella stagione della riforma dei campionati e delle 5 retrocessioni. Coach Bini vanta nel suo curriculum tante promozioni ma nessuna retrocessione.
Innegabilmente la decisione è giunta come un fulmine a ciel sereno, ma il presidente Capaccioli ed il nuovo team manager Stefano Scarselli, incassata la conferma del main sponsor Minorconsumo.it e della Sibe come secondo sponsor sulle monture dei Dragons, sono già al lavoro per trovare il coach che avvicenderà Bini. Anche sul piano dell’allestimento della squadra ferve l’attività dello staff dirigenziale, che punta alla conferma di gran parte dei giocatori di quest’anno e capaci di mantenere la categoria nonostante le innumerevoli disavventure patite in stagione; dai tanti infortuni, alle imprevedibili rinunce, fino all’incredibili serie di cataclismi che hanno colpito le Toscanini ed obbligato la squadra a girovagare a lungo per mezza Toscana per allenarsi e giocare.

I commenti sono chiusi.