Entra in una Sala giochi ed estrae un coltello, momenti di paura in un locale di piazza Mercatale

Paura ieri sera, domenica, in una Sala giochi di piazza Mercatale, per un individuo che all’improvviso è entrato nel locale dando di matto senza nessun motivo apparente, per poi estrarre un coltello quando i dipendenti hanno provato ad allontanarlo. Per fortuna nessuno si è fatto male in quei concitati momenti, ma è stata chiaramente avvertita la polizia. Una Volante, così, si è messo in cerca dell’uomo, sulla base della descrizione fornita dai responsabili e dagli avventori della Sala giochi. L’uomo non si era allontanato di molto, visto che i poliziotti lo hanno visto camminare nella stessa piazza, all’intersezione con via Garibaldi. Agendo insieme ad una pattuglia mista con i militari della Folgore, l’uomo è stato quindi fermato e controllato: nascosto tra i vestiti aveva appunto un grosso coltello, lungo circa 17,5 cm con lama di 7,5 cm. Identificato come un pistoiese di 41 anni, persona con numerosi precedenti penali e di polizia, è stato quindi denunciato per il reato di possesso ingiustificato di coltello, mentre l’arma è stata naturalmente sequestrata.

Basket, il coach Mario Bini lascia i Dragons dopo tre anni ricchi di soddisfazioni e firma per Piombino

La dirigenza della Pallacanestro 2000 Prato ha comunicato che Mario Bini non sarà l’allenatore della squadra che disputerà il suo secondo campionato di serie B. Il tecnico piombinese di nascita, ma da decenni residente a Prato ed ormai pratese d’adozione, ha accettato un’offerta triennale proprio da parte della squadra della città che gli ha dato i natali.
Mario Bini ha un legame di lunghissimo corso con Prato, avendo allenato già nei primi anni ’90 l’allora Rangers Prato e successivamente anche l’Athena Basket in A2 femminile. Nel 1997 fu richiamato alla guida della Rangers dai consiglieri Consorti e Corsi che gestivano la formazione di serie C1. Coach Bini fu anche l’ultimo allenatore della squadra nel 2000 conquistando i play off con una squadra dall’età media al di sotto dei 22 anni e con tutti giocatori di scuola pratese. Al momento della cessione del titolo, il tecnico optò coraggiosamente per ripartire da zero con la neonata società pratese del Presidente Magherini. In 2 anni la pilotò dalla Promozione alla C2 conquistando i playoff al primo tentativo. Richiamato a furor di popolo nel 2008 è stato l’artefice di tre autentici miracoli. La salvezza ai playout in C1 recuperando ben 12 punti in 8 giornate di regular season, la storica promozione in B pur partendo dal 9° posto in griglia playoff dell’anno seguente ed infine, a dispetto di ogni pronostico, l’ultimo prodigio datato 19 maggio quando ha guidato i Dragons alla salvezza nella stagione della riforma dei campionati e delle 5 retrocessioni. Coach Bini vanta nel suo curriculum tante promozioni ma nessuna retrocessione.
Innegabilmente la decisione è giunta come un fulmine a ciel sereno, ma il presidente Capaccioli ed il nuovo team manager Stefano Scarselli, incassata la conferma del main sponsor Minorconsumo.it e della Sibe come secondo sponsor sulle monture dei Dragons, sono già al lavoro per trovare il coach che avvicenderà Bini. Anche sul piano dell’allestimento della squadra ferve l’attività dello staff dirigenziale, che punta alla conferma di gran parte dei giocatori di quest’anno e capaci di mantenere la categoria nonostante le innumerevoli disavventure patite in stagione; dai tanti infortuni, alle imprevedibili rinunce, fino all’incredibili serie di cataclismi che hanno colpito le Toscanini ed obbligato la squadra a girovagare a lungo per mezza Toscana per allenarsi e giocare.

Esce “Tutti in Banca!”, vademecum on line per i consumatori alle prese con il credito e i servizi bancari

Orientarsi fra mutui e finanziamenti, destreggiarsi fra i servizi bancari, capire come investire al meglio i propri risparmi o come difendersi contro eventuali truffe. Sono alcuni dei temi che il nuovo manuale telematico “Tutti in Banca!”, realizzato dallo Sportello Consumatori della Camera di Commercio di Prato, ha l’obiettivo di rendere di facile comprensione a tutti coloro che nel proprio quotidiano devono rapportarsi con il mondo del credito e delle banche.
La nuova e quarta pubblicazione della collana telematica “I Manuali del consumatore” – nata alla scopo di riunire e rendere fruibili le numerose informazioni  presenti all’interno della delle banche dati dello Sportello Consumatori -  ha deciso di raccogliere informazioni, link utili e consigli in pillole sulle molteplici e talvolta complesse  relazioni che intercorrono nella vita di tutti i giorni  fra i consumatori e le banche.
Nelle precedenti guide sono stati trattati temi legati al mondo delle vacanze, dell’automobile e degli alimenti. I manuali, periodicamente aggiornati, sono consultabili sul sito camerale www.po.camcom.it, nella sezione Servizi al consumatore.

Nessun clandestino nella ditta, ma tre dei lavoratori erano a “nero”: sospesa l’attività e sequestro per il magazzino e i macchinari

Questa volta i lavoratori avevano tutti il permesso di soggiorno ma, nonostante questo, tre di loro stavano lavorando a nero, senza un regolare contratto. Per questo motivo la Direzione provinciale del lavoro di Prato ha imposto la sospensione dell’attività lavorativa alla ditta cinese di Paperino controllata stamani da una task force guidata dalla questura. Non solo, siccome in una parte del capannone erano stati realizzati abusi edilizi, la polizia municipale ha provveduto a sequestrare quella porzione di magazzino e a mettere i sigilli a 18 macchine tessili professionali. Rimossa anche una bombola gpl tenuta in cattivo stato di conservazione e potenzialmente pericolosa. Tre invece le multe elevate dalle pattuglie della polizia stradale che hanno controllato le vetture in transito nell’area davanti alla ditta, il cui titolare risulta essere un cinese di 31 anni.

Vanno in onda le bellezze del territorio: la Provincia promuove una serie di spot “Io amo Prato”

Sono le persone comuni: giovani, vecchi, le nuove multicolori generazioni che abitano il territorio, pratesi di nascita o d’adozione, che raccontano col cuore un territorio che conoscono, vivono e amano. Protagonista delle trasmissioni “Io amo Prato”, promosse dalla Provincia insieme a Tv Prato che andranno in onda a partire da mercoledì 1 giugno sull’emittente televisiva pratese, è proprio la provincia pratese, un enclave di passato e presente, ricca di eccellenze che si riflettono nel variegato patrimonio culturale e ambientale, storia e tradizione che si mescolano con i progetti per il futuro, le innovazioni e il cambiamento. La nuova proposta è stata presentata questa mattina dal presidente della Provincia Lamberto Gestri insieme al direttore di Tv Prato Gianni Rossi.
“Le trasmissioni sono un’occasione di riflessione sul patrimonio della nostra provincia che rimandano alle singole particolarità dei sette comuni – dice Gestri – Ma sono anche un’opportunità per far parlare le trasformazioni del distretto e la sua modernizzazione.” Insieme alle emergenze ambientali e culturali vi sono infatti anche la realizzazione di alcuni progetti della Provincia che guardano al futuro, come la promozione del WiFi, o il pressdisplay, che accolgono e agevolano anche la visita del turista. “E’ un format che offre un contributo per riannodare i fili dell’identità – aggiunge Rossi – Le trasmissioni indicano chi siamo e cosa abbiamo e al tempo stesso diventano una traccia o una guida per chi intende conoscere il territorio.”
Si inizia con quindici ‘spot’ – ma ne ne sono in programma altrettanti – tutti realizzati con la regia di Teresa Paoli e ideati insieme a Fabrizio Marini, che saranno trasmessi ogni giorno alle 20,20, prima del telegiornale, e poi in replica per altre cinque volte nel corso della giornata all’interno del palinsesto televisivo. “L’idea del ‘racconto breve’ parte da una visione fotografica che racconta, con un approccio emotivo, un luogo, un ambiente o un’iniziativa. A questa si aggiunge la voce fuori campo che evoca il pensiero dei protagonisti e completa il contenuto della storia.”
I temi delle prime quattordici trasmissioni: Affreschi di Filippo Lippi in Duomo; Museo della Deportazione e Resistenza; Museo del Tessuto; Museo di Scienze Planetarie; Borgo di Artimino; Rocca di Carmignano; Museo della vite e del vino, Carmignano; Parco Quinto Martini, Seano; Pista Ciclabile sul Bisenzio; Poggio Castiglioni, Calvana; Press Display Edicola Internazionale on line; Libero accesso WiFi Provincia; Club Rugby I Cavalieri; Villa del Mulinaccio, Vaiano.

Domani la giornata internazionale contro il fumo: a Prato in 40mila sono schiavi della sigaretta, ben al di sopra della media nazionale

Come ogni anno dal 1987 a questa parte, il 31 maggio è la giornata internazionale contro il fumo: da più di 25 anni tutto il mondo promuove in questo giorno iniziative per l’informazione sui danni delle “bionde” e l’assistenza per tutti coloro che hanno intenzione di abbandonare questo vizio.
Questa mattina, presso l’Asl 4 di Prato si è tenuta una conferenza per informare la stampa sulle iniziative di domani e sugli ultimi dati in merito al problema sociale e sanitario legato all’uso di sigarette. “Nella nostra Provincia abbiamo circa 40 mila fumatori – ci informa il dottor Antonio D’Urso, direttore sanitario della Usl 4 – di cui 14 mila sono veri e propri tabagisti”. Un problema serio, che sta diventando una tragica piaga sociale, sia per le problematiche legate all’uso di sigarette nei giovanissimi, sia per i costi enormi che i cittadini devono sobbarcarsi per la cura delle malattie legate al fumo. Dalle ultime ricerche in merito, è emerso che la percentuale di fumatori nella nostra provincia sia di circa il 27%, molto superiore rispetto alla media nazionale e regionale; 7 fumatori su dieci consumano più di 10 sigarette al giorno, soprattutto tra la popolazione maschile. Un problema a parte è rappresentato dai giovanissimi, visto che più del 20% dei ragazzi dai 14 ai 19 anni ha dichiarato di essere fumatore.
“In Toscana ci sono molti giovani dai 14 anni che fumano, soprattutto per disagi sociali legati alla scuola o alla paura di non essere accettati in determinati ambienti. – dichiara Alberto Zanobini, responsabile dell’ufficio dell’assessore alla Salute della regione Toscana – Per questo è importante veicolare dei messaggi forti nelle scuole, non solo con dottori specializzati, ma soprattutto con testimonial più alla pari”.
Il fenomeno, per fortuna, è in diminuzione, anche grazie alle norme che vietano il fumo nei locali pubblici e alla maggiore informazione che i cittadini ricevono; proprio per arginare sempre più questo problema, nella giornata di domani, negli spazi prospicienti l’ospedale, ci saranno stand informativi per ragguagliare tutti gli interessati sui rischi del fumo, sia attivo che passivo, e per promuovere il centro Antifumo della nostra Asl, che ormai da tempo accoglie più di cento pazienti ogni anno e li aiuta nel percorso verso l’abbandono delle sigarette. “Non aiutiamo solo a smettere di fumare, ma cerchiamo di veicolare messaggi sui benefici della vita senza fumo. – dice la dottoressa Gai, responsabile del centro Antifumo – Si rivolgono a noi molti tabagisti accaniti, nonché fumatori di sigaro, di pipa e da qualche tempo anche fumatori di tabacco sfuso, che costa molto meno rispetto ai pacchetti canonici”.

Elia Frosini

Pallanuoto, le baby tuttenere dell’Under 19 conquistano la finale nazionale in programma a Padova

Missione compiuta. Il setterosa Under 19 della Geofirias Cavalieri vince il girone di Bogliasco e guadagna un posto nelle final eight di categoria che si svolgerà a Padova a fine luglio. Il weekend delle giovani pratesi non è stato dei più facili perchè nonostante la squadra di Grassi abbia centrato l’obiettivo non ha giocato su livelli eccelsi ed in tutte le tre partite del girone di semifinali il giovane setterosa pratese ha rischiato oltre il dovuto.
Parte subito male la Geofirias Cavalieri, con una sconfitta per 8 a 7 nel match di sabato contro la squadra padrona di casa del Bogliasco. In vantaggio per 4 a 1 alla fine del primo quarto le tuttenere rallentano facendo rientrare la squadra avversaria che proprio in chiusura di match riesce a passare avanti nel punteggio e a vincere una partita che, con un po’ più di cattiveria da parte delle toscane, avrebbe potuto essere chiusa già all’intervallo lungo. Nella seconda partita contro l’Osio il risultato rimane a lungo bloccato sullo 0 a 0. Prato ancora in fase onirica che viene punito dalle lombarde con un doppio vantaggio che potrebbe aumentare se il portiere pratese Lavi non mettesse una pezza in un paio di occasioni. Le pratesi riescono a pareggiare ma cominciano a giocare solo nel quarto tempo realizzando un parziale di 4 a 0 che fissa il risultato sul 6 a 2 finale. Nel’ultimo match di domenica pomeriggio la Geofirias affronta l’Imperia, fanalino di coda del torneo. Anche in questo caso l’approccio iniziale della Geofirias non cambia. Squadra svogliata, errori madornali ed un Imperia volonteroso che rimane incollato nel punteggio fino alla seconda metà della partita quando la squadra ligure, che ha un solo cambio, cala vistosamente e subisce la Geofirias che si impone per 14 a 7. Due vittorie ed una sconfitta per una classifica di girone che vede Prato, Osio e Bogliasco appaiate in testa alla classifica con 6 punti: passano Prato e Bogliasco per effetto della classifica avulsa, mentre l’Osio rimane a casa pur avendo fatto un figurone.
Se è vero che in questo contesto contava solo entrare in finale è altrettanto vero che Giacomo Grassi dovrà  lavorare tanto per mettere le sue atlete in condizione di lottare alla pari con le altre pretendenti al titolo che sono Padova, Tolentino, Orizzonte, Blue Team, Bogliasco,  SIS Roma e Sporting Flegreo. Menzione speciale per il portiere pratese Federica Lavi: arrivata dalla Grecia mercoledì la giocatrice marchigiana si è integrata nel gruppo alla grande ed è stata protagonista di alcuni interventi davvero decisivi.

Successo per Grease: un Politeama stracolmo ha applaudito i giovani attori impegnati con il musical

E’ stato un Politeama da tutto esaurito quello che sabato sera ha applaudito a lungo i giovani attori che hanno portato in scena il musical “Grease”, organizzato dall’associazione Gli Amici di Prato in collaborazione alla compagnia teatrale L’isola che c’è. Un progetto sicuramente da elogiare, visto che si proponeva di dare una chance a un gruppo di giovani appassionati di teatro. “Nonostante i pochi mezzi a disposizione  - spiega Simone Masi, de Gli Amici di Prato – ma grazie al nostro impegno e soprattutto q uello delle insegnanti di recitazione e dei loro ragazzi, l’evento ha riscosso un ottimo successo, sia come vendita dei biglietti, sia come risultato finale a livello di spettacolo. I fatti erano sotto i nostri occhi. Il Politeama Pratese al completo si è stretto intorno ai ragazzi dell’Isola che c’è e li ha calorosamente sostenuti per tutta la serata. Un fiume di emozioni si è riversato dietro le quinte e i pianti e le urla di gioia a fine serata crediamo abbiano ripagato tutti gli sforzi e i sacrifici delle persone coinvolte. Grande emozione e soddisfazione anche per noi de Gli Amici di Prato che ci abbiamo sempre creduto.
Vogliamo ringraziare di cuore tutti coloro che ci hanno sostenuto e aiutato a realizzare il sogno di questi ragazzi e siamo orgogliosi della risposta della città”.

Montemurlo, i conti in tasca ai politici: nel 2010 Biscotti il più ricco, in giunta l’assessore Perruccio supera il sindaco

Il Comune di Montemurlo ha pubblicato i redditi, relativi alla dichiarazione dell’anno 2010, di assessori e consiglieri comunali. Scorrendo i dati, il più ricco si riconferma ancora una volta il capogruppo di “Rilanciare Montemurlo”, Aurelio Biscotti, titolare di un’agenzia assicurativa, con un reddito pari a oltre 183 mila euro, seguito dal capogruppo della “Destra”, l’ex senatore della Repubblica ed ex farmacista, Roberto Ulivi, con 93 mila euro. Tra gli altri esponenti di partito, il dipendente di Asm, Antonio Russo, capogruppo del Pd, dichiara un reddito di 20 mila euro, mentre Antonino Vinciprova dell’Idv, lavoratore autonomo, dichiara poco più di 19 mila euro. Tra gli altri consiglieri spicca Angiolo Galasso, insegnante, (Rilanciare Montemurlo) con 37 mila euro e Riccardo Vitali, dipendente Coop, (Pd) con 33 mila euro, da segnalare anche il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Forastiero, assicuratore, che nel 2010 ha denunciato 40 mila euro. In giunta, il funzionario della Regione Toscana, l’assessore Giorgio Perruccio, supera, con un reddito di con oltre 41 mila euro, il sindaco Mauro Lorenzini, che si ferma a 35.570 euro. Tra gli altri assessori Gianluca Giancaterino, vigilie urbano in servizio al Comune di Prato, dichiara oltre 29 mila euro, seguito dall’agronomo e vice sindaco, Nicola Ciolini con 27mila euro. Si attestano, invece, alla pari le due donne della giunta, Rossella De Masi e Ilaria Maffei, che dichiarano 14.500 euro ciascuna. Infine, troviamo l’assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai, che l’anno passato ha dichiarato 7.881 euro.
Qui di seguito riportiamo l’elenco completo con i dati relativi a tutti gli assessori e consiglieri: LORENZINI Mauro – Sindaco €  35.570; CIOLINI Nicola – Vice Sindaco €  27.063; CALAMAI Simone – Assessore €    7.881; DE MASI Rossella – Assessore €  14.557,89; GIANCATERINO Gianluca – Assessore €  29.105; MAFFEI Ilaria – Assessore €  14.522; PERRUCCIO Giorgio – Assessore €  41.421. FORASTIERO Giuseppe – Presidente Consiglio €  40.023; BAIANO Antonella – Consigliere €  17.071; BISCOTTI Aurelio – Consigliere € 183.788; CAUTILLO Andrea – Consigliere €        519,74; DELFINE Davide – Consigliere non pervenuta; FERRARA Carmela – Consigliere €    1.411,91; GALASSO Angiolo – Consigliere €  37.141; GELLI Agnese – Consigliere €    7.330; GORI Luciana – Consigliere €  19.342; MANNOCCI Dario – Consigliere €    4.093; MAZZEI Alessio – Consigliere €  24.925; PRESENTINI Benito – Consigliere €  36.096; RAVAGLI Amanda – Consigliere €    5.102; RUSSO Antonio – Consigliere €  20.246; TRAETTINO Lorenzo – Consigliere non pervenuta; ULIVI Roberto – Consigliere €  93.170; VESPI Valentina – Consigliere €  19.734;  VINCIPROVA Antonino – Consigliere €  19.036; VITALI Riccardo – Consigliere €  33.288;ZECCHI Cosimo – Consigliere €    7.372.

Aggredita e rapinata mentre scarica la macchina con il marito: al pronto soccorso una giovane cinese

Una coppia di coniugi cinesi è stata aggredita a rapinata nella tarda serata di sabato. E’ accaduto in via Nenni, intorno alle 23.30. I due, marito e moglie, stavano scaricando alcuni oggetti dalla bauliera della propria auto, quando è arrivata una Renault Clio dalla quale sono scesi quattro uomini. Questi si sono diretti verso la cinese, che ha  32 anni, e le hanno strappato la borsa dal braccio. La donna ha provato a resistere ma è stata scaraventata  a terra. I banditi sono poi risaliti in auto e sono fuggiti via, lasciando la 32enne a terra dolorante, con ferite a un ginocchio e alla testa, che hanno reso necessario il ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso. Sul posto è subito intervenuta una Volante che ha immediatamente iniziato le ricerche dell’auto con i rapinatori.

Con la gamba intrappolata in un macchinario: terribile infortunio al Macrolotto, grave un operaio

L'elisoccorso Pegaso (foto Riccardo Braccini)

Gravissimo infortunio sul lavoro questa mattina verso le 9.20 nella zona del Macrolotto 1, non lontano da Santa Maria a Colonica. Un operaio italiano di circa 40 anni è rimasto seriamente ferito ad una gamba all’interno del deposito di un ditta specializzata in scavi e movimentazione di terra, sabbia e ghiaia, la Varvarito. Sul posto, immediatamente allertati dai compagni di lavoro, sono intervenuti l’automedica del 118 e un’ambulanza della Misericordia. Ai primi soccorritori la situazione è apparsa subito grave: l’uomo aveva una profonda ferita al polpaccio della gamba destra, rimasto intrappolato in un macchinario per il taglio della pietra. Perdeva molto sangue anche se era cosciente. Per sicurezza è stato chiesto anche l’intervento dell’elisoccorso Pegaso, che è atterrato con l’assistenza dei vigili del fuoco. Poi i medici hanno deciso che era meglio portare lo sfortunato operaio al Misericordia e Dolce dove è stato subito sottoposto a trasfusioni di sangue e nel pomeriggio operato. Le sue condizioni sono considerate serie ma fortunatamente l’uomo non è in pericolo di vita. Sul cantiere si sono poi recati i tecnici della Medicina del lavoro dell’Asl che hanno aperto un’inchiesta. E’ stato sottoposto a sequestro probatorio il macchinario. Resta da capire come mai l’uomo sia finito con la gamba dentro l’impastatrice.

Al circolo Pd di San Paolo stasera un dibattito per presentare i referendum del prossimo 12-13 giugno

Il circolo Pd San Paolo di via Cilea 7, nell’ambito delle sue iniziative politiche, ha organizzato per stasera, lunedì 30 maggio, alle ore 21, un incontro aperto alla cittadinanza pratese, per una migliore conoscenza dei quesiti refrendari oggetto della consultazione del 12 e 13 giugno prossimi. All’incontro, che verrà coordinato da Stefano Gruni del coordinamento del Circolo di via Cilea, partecipano Matteo Prussi, responsabile del tavolo Ambiente del Pd provinciale; Michele Giugni, del Comitato Referendario Provinciale per l’Acqua Bene Comune; Salvo Ardita, coordinatore provinciale IdV Prato ed Adriano Benigni della Segreteria provinciale del PD. Le persone interessate sono invitate ad intervenire. Gli incontri del Circolo di via Cilea 7 sono sempre aperti a tutti.  Nei giorni successivi sarà organizzata una diffusione porta a porta per tutto il territorio di San Paolo e saranno organizzate altre iniziative per far crescere la condivisione dei temi e la partecipazione attiva.

Tennis, giornata agrodolce per le squadre pratesi: Il Tc Bisenzio ai play off di serie B, mentre il Tc Prato (serie A2) e Ct Etruria vanno agli spareggi salvezza

Il Tc Prato esce sconfitto nell’ultima partita del girone di serie A2 contro il Tc Trapani e arriva quarto uscendo all’ultimo dai play-off. La squadra capitanata da Gianluca Rossi si è ritrovata 2-2 dopo i singolari ma non è riuscita a superare le coppie siciliane incappando in una sconfitta che li costringe così a giocarsi i play-out. Domenica prossima sarà subito impegnata contro il Tc Trento in un match unico in casa. In serie B il Tc Bisenzio supera 4-2 il Tc Rivoli in Piemonte e si qualifica per i play-off promozione. La squadra del presidente Antonio Bove vince grazie alle vittorie in singolare di Dell’Acqua, dello straniero Giner e di Santangelo e del doppio composto da Giner e Dell’Acqua ed è terza del girone. “Per noi è un grande risultato essere riusciti a centrare i play-off – dice Stefano Bonechi Ds del Tc Bisenzio –il primo obiettivo è stato raggiunto perché in questa maniera siamo salvi. Ora potremo sfidare le squadre più forti d’Italia e sono sicuro che con la tranquillità potremo anche noi dire la nostra. Un grazie ai ragazzi che nella partita decisiva hanno veramente giocato alla grande”.
Il Ct Etruria,in casa, viene superato nel derby dal Ct Scandicci per 5-1. Unico a vincere in singolare per la squadra pratese è il mai domo Massimiliano Fallani che supera Damiano Fabbrucci al terzo set. Lotta Seminara ma deve soccombere con il giovane Fanucci. Poi i doppi sono entrambi a favore dei fiorentini che così vanno ai play-off per il Ct Etruria impegno spareggi salvezza. Risultati positivi tra i giovani con la vittoria nel torneo under 10 femminile del Tc Europa di Flora Palandri (Tc Bisenzio) oltre alle vittorie nell’under 12 maschile e femminile a squadre del Tc Prato e quella a sorpresa dell’under 14 femminile del Ct Etruria con affermazione di Brigitta Andrei sulla campionessa italiana Tatiana Pieri. Bene anche i maschi del Ct Etruria con affermazione per 2-0 sullo Junior Carrara.

Asm assume tre impiegati a tempo indeterminato: domani sarà pubblicato l’avviso di selezione

Sarà pubblicato domani, martedì 31 maggio, l’avviso di selezione per l’assunzione a tempo indeterminato di tre impiegati referenti territoriali nell’ambito del servizio di gestione dei rifiuti. Il ruolo del referente territoriale è di partecipare alle attività di contatto clienti, promozione servizi e redazione offerte relativamente alla gestione dei rifiuti, dello sportello aziendale clienti/utenti, verifiche sulle posizioni e pagamento della Tariffa di igiene ambientale. L’inquadramento, a tempo indeterminato, è livello 4° categoria B del contratto collettivo nazionale di lavoro dei Servizi ambientali.
Requisiti per l’ammissione: diploma di maturità, esperienza presso aziende di servizi di igiene ambientale per almeno 18 mesi in ambito commerciale e gestione Tia, possesso della patente di guida B. Ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione sono indicate nell’avviso di selezione esterna che sarà disponibile da domani, martedì 31 maggio, sul sito www.asmprato.it, nella sezione “bandi” a cui si accede dalla home page e, da qui, in quella “selezioni”. Le domande di ammissione dovranno arrivare entro il 20 giugno 2011, alle 12, con consegna a mano direttamente all’ufficio protocollo di Asm in via Paronese 104 dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 16, o per mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a Asm spa – servizio selezione – via Paronese 104-110, Prato.

Dibattito del Pdl sul tema immigrazione, si parlerà in particolare degli status giuridici degli immigrati

Passato il momento delle polemiche, c’è ora quello della riflessione. Così il Pdl di Prato ha organizzato per questa sera, lunedì 30 maggio, un dibattito sul tema dell’immigrazione, dal titolo significativo: “Prato la Lampedusa della terraferma?”. L’appuntamento è per le 21 nella sede provinciale del Pdl in via Pomeria 71. Al dibattito seminario sui vari status giuridici degli immigrati prenderanno parte Filippo Bernocchi, vicario provinciale del Pdl, l’onorevole Riccardo Mazzoni, gli assessori Giorgio Silli e Rita Pieri, i consiglieri comunali Pdl Roberto Baldi e Piero Bardazzi. Seguirà poi una dibattito pubblico mentre le conclusioni della serata sono affidate a Maurizio Bettazzi, presidente del consiglio comunale.

Giacomo Carolei debutta come scrittore: stasera al Metastasio la presentazione del suo primo romanzo

Da attore a scrittore. Si terrà stasera, lunedì 30 maggio, alle 21 al Ridotto del Teatro Metastasio, la presentazione di ”Tre righi, tre caramelle” il primo romanzo di Giacomo Carolei. Il giovane attore pratese, reduce dai successi delle fiction “Un medico in famiglia” e “Il Mostro di Firenze”, si cimenta così con la narrativa e ne esce un’opera prima fresca e divertente, ma che non mancherà di emozionare il lettore fino all’ultima pagina.
A presentare il romanzo, interamente ambientato in Toscana, sarà Umberto Cecchi, scrittore e giornalista nonché presidente del Met e quindi perfetto padrone di casa. Edito da Neftasia, ”Tre righi, tre caramelle”, dopo il debutto al Metastasio, vedrà Carolei incontrare i suoi lettori anche sabato 11 giugno alle ore 17 alla Fnac presso il centro commerciale I Gigli e il giorno successivo, domenica 12, alla mostra del libro in piazza del Mercato a Prato dalle 15 alle 18.

Il Rotary Filippo Lippi ha premiato i 15 studenti più bravi di Prato: tra i vincitori ci sono anche due ragazze cinesi e una albanese

Come ormai avviene da 15 anni, il Rotary Club Prato Filippo Lippi ha premiato i migliori studenti sulla base del merito, indipendentemente da fattori economici o altro, ritenendo di poter in tal modo contribuire alla cultura cittadina: non si tratta quindi di una vera e propria borsa di studio, ma di un  premio alla carriera scolastica. La cerimonia di consegna dei premi si è svolta al Ridotto del Teatro Metastasio. I ragazzi premiati sono stati scelti dai loro insegnanti sulla base del curriculum scolastico.
Sono stati premiati, con la consegna di un assegno di 520 euro per ognuno, 15 studenti con 2 ex equo. Un dato interessante è stata anche la presenza di due ragazze di origine cinese ed una di origine albanese a dimostrazione che il merito viene premiato indipendentemente dall’origine etnica od altro. Gli studenti, accompagnati nel ricevere il premio da un loro dirigente scolastico, hanno espresso, oltre ai ringraziamenti, opinioni fortemente positive nei riguardi della loro scuola ed in particolare  dei loro insegnanti Alla premiazione erano presenti numerose persone fra studenti, genitori, amici, professori, oltre alle maggiori autorità cittadine. I premi sono stati consegnati dal presidente del Rotary Club Prato Filippo Lippi Alberto Candidi Tommasi e dal past president Maurizio Betti, il vero organizzatore che da 15 anni porta avanti con successo questa iniziativa.

Incredibile Prato: finisce la gara in 8 ma riesce a battere L’Aquila e si qualifica per la finale play off. Succede tutto nel recupero

Il Prato conquista il diritto  di giocarsi la promozione al termine di una partita assolutamente vietata ai malati di cuore. Al Lungobisnzio è finita 2-1 per i biancazzurri la gara di ritorno con L’Aquila, con il Prato che ha vinto nonostante abbia finito la gara in 8. Di Schenetti su rigore e di Varutti (al 9′ minuto di recupero!) le reti che hanno regalato il successo ai lanieri, inframmezzate dal gol dell’abruzzese Stamilla che aveva riportato in parità il risultato. Incredibilmente tutto è successo nei minuti di recupero del secondo tempo, dopo che le due squadre erano arrivate al 90′ sullo 0-0 e con il Prato in 9 per i cartellini rossi mostrati in sequenza a De Agostini per un brutto fallo e a Lamma per proteste. Da quel momento è sucesso di tutto: la partita è durata altri 10 minuti, un vero e proprio record, durante il quale sono state segnate tre reti e c’è stata l’espulsione dell’aquilano Prete e poi del biancazzurro Sacenti. Il Prato doveva necessariamente vincere mentre all’Aquila, che aveva vinto l’andata 3-2, poteva accontentarsi anche del pareggio. Adesso il Prato dovrà affrontare la Carrarese nel derby che deciderà quale squadra salirà in Prima divisione il prossimo anno.

Da Facebook ai tavoli del Santa Rita: con “i’ mestolo e i’ cencio” rivive la cucina tipica pratese

Si è svolto oggi, domenica 29 maggio, il desinare tutto pratese di un gruppo di amici che su Facebook hanno dato vita al gruppo “ì mestolo e ì cencio”.  Particolarietà di questo gruppo è l’amore per la nostra città e per tutte le tradizioni, gli usi, i detti popolari, gli aneddoti e le particolarietà di tutto ciò che rappresenta Prato. Infatti questi amici dopo aver creato il gruppo, sempre su Facebook,  “Son di Prao e voglio esser rispettao” che tratta principalmente il dialetto puro pratese, hanno dato vita anche a “ì mestolo e ì cencio” dove oltre alle tradizioni tipiche, vengono raccolte ricette e organizzato incontri culinari nei migliori ristoranti tipici del nostro territorio. Questa volta però, grazie alla disponibilità degli spazi e delle cucine dell’Opera di Santa Rita in piazzetta S.Rocco, i “pratesi docche” come amano definirsi, si sono tirati su le maniche e si sono messi ai fornelli per un “desinare” tutto a base di specialità di Prato. Infatti, l’evento ha per titolo “Si desina a ì tocco!” e per questa volta era solo su invito dato che già 60/70 persone si erano prenotate per tempo. Niente politica, calcio, campanilismi o divisioni: l’avvocato che serve in tavola, l’operaio che mesce il vino, il pensionato che canta quanlche stornello pratese, il medico che porta i piatti in tavola e soprattutto tanta allegria e….solo ed esclusivamente dialetto pratese!!

Si trovano davanti due vipere mentre salgono da Usella verso Migliana, spavento per un gruppo di ragazzi

Con i primi caldi, anche in montagna torna il rischio di imbattersi nelle vipere. E’ quanto è capitato stamani ad un gruppo di ragazzi che stavano camminando sulla strada salendo da Usella verso Migliana. Addirittura in questo caso le vipere erano ben due, uscite all’improvviso dall’erba che costeggia la strada, probabilmente per attraversarla e passare dall’altra parte del bosco. I ragazzi, una decina in tutto, se le sono trovate all’improvviso davanti. Facile immaginare lo spavento, anche se un paio di loro hanno trovato il coraggio per uccidere i due rettili, che si trovano ancora sulla strada. Chi le ha viste parla di due vipere adulte di medie dimensioni. Per la comitiva di ragazzi un bello spavento, anche perché in quel punto i cellulari prendono male e quindi, nel caso qualcuno fosse stato morso, non sarebbe stato agevole chiamare i soccorsi. Anche se, conoscendo l’indole delle vipere, che di solito non sono mai aggressive se non minacciate direttamente, forse sarebbe stato sufficiente stare a distanza di sicurezza il tempo che finissero di attraversare la strada per poi scomparire nuovamente nella vegetazione.

Prato in campo alle 16 per la semifinale di ritorno con L’Aquila: biancazzurri obbligati a vincere

Il Prato si gioca oggi le possibilità di accedere alla finale play off per conquistare un posto in Prima divisione. Oggi, domenica 29 maggio, alle 16 al Lungobisenzio è in programma il ritorno della semifinale playoff contro L’Aquila. All’andata gli abruzzesi si sono imposti per 3-2, al termine di una gara rocambolesca con i padroni di casa in vantaggio per 2.0, poi ripresi dai biancazzurri che però, proprio nel recupero, avevano dovuto capitolare la terrza volta. .Il Prato dunque dovrà soltanto vincere per accedere alla finale, mentre gli aquilani possono puntare anche al pareggio. Per quanto riguarda l’organico il tecnico Bellini ha convocato 20 giocatori. L’incontro sarà diretto da Gianluca Aureliano di Bologna, coadiuvato da Claudio Salvato di Messina e da Gaetano Messina di Catania. Il quarto uomo sarà Fabio Maresca di Napoli.

La Rut Band torna ad esibirsi dopo 10 anni: appuntamento al Politeama per la festa diocesana della famiglia

Tornano sul palco e il loro concerto è già un evento. Stasera, 29 maggio, al teatro Politeama si tiene la festa diocesana della famiglia e per l’occasione, dopo dieci anni assenza, torna la musica della Rut Band. Nato in ambito parrocchiale il complesso rock, che prende il nome da Rut, la spigolatrice della Bibbia, negli anni ’90 è stato protagonista di moltissime feste, concerti e manifestazioni in diocesi. Lo stile è quello dei più famosi Gen Rosso, band focolarina che come il gruppo pratese racconta in musica le avventure, le gioie, la bellezza dell’essere cristiani ai giorni nostri. «Oltre l’invisibile» il titolo dello spettacolo di stasera, alle 21,30, in scena al teatro di via Garibaldi. Non solo musica ma balletti, coreografie e proiezioni video arricchiranno la serata, alla quale parteciperà anche il vescovo Gastone Simoni.
Dicevamo, senza esagerare, che si tratta di un evento perché in pochissimo tempo gli amici della Rut Band sono riusciti a riempire il capiente Politeama. «Inizialmente avevamo prenotato il teatro Fabbricone, – racconta Tiziano Bettazzi, uno dei due tastieristi – ma dopo poche settimane avevamo già un numero di prenotazioni oltre quello dei posti a sedere, così di corsa abbiamo preso il Politeama». Questa la line up della Rut Band: Maurizio Martini, Riccardo Bellandi, Manrico Boretti, Alberto Toccafondi e Cristiano Cinotti sono i cantanti, Tiziano Bettazzi e Roberto Belli i tastieristi, Sergio Bocchicchio e Paolo Desii alla chitarra, Massimiliano Stacchini al basso e Pierluigi Ricciardella e Gianluca Paolino alla batteria. E che l’amicizia, insieme all’amore per la musica, sia l’elemento principale della Rut Band lo prova il fatto che Pierluigi, primo storico batterista del gruppo, arriva direttamente da Roma, città dove vive adesso, per partecipare allo spettacolo.
Nel corso della serata verranno raccolte delle offerte che saranno destinate al fondo diocesano «Famiglie per le famiglie».

Montemurlo, la premiazione del concorso “Mille pani per mille mani”: ecco le classi vincitrici

È stata una grande festa, la cerimonia di premiazione del concorso “Mille mani per mille pani”, fortemente voluto dallo storico panificio montemurlese Ciolini, per festeggiare i novant’anni d’attività e realizzato grazie al patrocinio e al sostegno del Comune di Montemurlo. Una sala Banti gremita ha accolto un centinaio di bambini delle scuole elementari e della scuola media “Salvemini- La Pira” che, emozionati, hanno ricevuto una targa ricordo dalle mani del sindaco Mauro Lorenzini, del titolare del forno, Luciano Ciolini e dall’assessore alla pubblica istruzione, Rossella De Masi. Il primo cittadino nel suo discorso ha sottolineato l’importanza di queste iniziative per far scoprire alle giovani generazioni il valore delle lavorazioni artigianali e tradizionali, che in un prossimo futuro, grazie al progetto, promosso dal Comune sugli “antichi mestieri”, potranno diventare occasioni di lavoro e di crescita economica. Il giovane erede della dinastia di panificatori, Michelangelo Ciolini, ha voluto poi ricordare ai bambini come il pane, in ogni cultura, sia simbolo di unità, un gesto semplice d’integrazione in una società sempre più multietnica. La cerimonia si è conclusa con la consegna di due grandi assegni di 1350 euro ciascuno al Circolo didattico di Montemurlo e alla scuola media “Salvemini – La Pira”, come gesto concreto di sostegno del forno Ciolini alle istituzioni scolastiche del territorio. Il pomeriggio si è concluso con una grande merenda con pane e cioccolato biologico, offerta dalla ditta “Avenance” che gestisce il servizio di refezione scolastica del Comune e che ha voluto sponsorizzare il concorso ed a settembre porterà nelle scuole una piccola pubblicazione che raccoglie tutti i lavori e i disegni dei bambini che hanno partecipato alla prima edizione di “Mille mani per mille pani”.
Questa la graduatoria dei vincitori:
SCUOLA PRIMARIA
-I classificato ricerca storico-geografica Classe V A Bagnolo
– II classificato ricerca storico-geografica Classe V B Morecci
– I classificato racconti e poesie Classe V C Morecci
– II classificato racconti e poesie Classe V B Morecci
– III classificato racconti e poesie Classe V A Bagnolo
– IV classificato racconti e poesie Classe V A Morecci
– I classificato elaborati grafici Classe V A Morecci
– II classificato elaborati grafici Classe V A Bagnolo
– III classificato elaborati grafici Classe V C Morecci
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
– I classificato ricerca storico-geografica Classe I D
– I classificato racconti e poesie Classe I D
– II classificato racconti e poesie Classe I B
– I classificato elaborati grafici Classe I D
La Commissione ha espresso una menzione particolare per la cura nella realizzazione e nella scelta dei materiali, a favore dell’elaborato della classe I E della Scuola Media Salvemini – La Pira.

Rapina una connazionale e la prende a calci, preso dopo una rocambolesca fuga in mezzo ai passanti

Movimentato arresto di un rapinatore marocchino oggi pomeriggio nella zona di viale Vittorio Veneto. Tutto è iniziato verso le 14.30 in piazza Stazione, quando una donna marocchina di 49 anni, regolare in Italia e residente a Firenze, mentre stava aspettando l’autobus è stata avvicinata da due giovani connazionali che hanno attaccato discorso. I due hanno poi chiesto alla donna se poteva offrire loro da bere al vicino chiosco. In questo frangente, però, la 49enne si è accorta che le era sparito il portafogli, con dentro 400 euro e tutti i documenti. Quando ha chiesto chiarimenti ai due giovani connazionali, questi sono fuggiti via, non senza aver prima colpito la donna con un calcio facendola cadere a terra. Alla scena hanno assistito alcuni passanti che hanno subito avvertito il 113. Una Volante, che era già in zona, ha intercettato uno dei rapinatori in piazza San Marco. Ne è nato, quindi, un rocambolesco inseguimento a piedi tra i passanti, con il giovane che ha anche scaraventato a terra una transenna per fermare i poliziotti. Intanto una seconda pattuglia della Volante si era unita alla prima e in viale Vittorio Veneto il fuggitivo è incappato in un contingente della polizia che stava andando a fare ordine pubblico ad una manifestaizone. A quel punto per il giovane non c’era più scampo e in via Giotto è stato bloccato e ammanettato. La 49enne marocchina lo ha poi riconosciuto come l’autore del furto diventato nel frattempo rapina impropria. Il marocchino, un 25enne clandestino, è stato quindi arrestato, mentre il portafogli della donna è stato recuperato con dentro i documenti ma non più i soldi.

Domani il Prato in campo per il ritorno con L’Aquila, ma ha già vinto la gara della solidarietà: raccolti 7.400 euro all’asta delle maglie per Stefano Turchi

Alla vigilia della gara di ritorno dei play off tra Prato e L’Aquila, in programma domani al Lungobisenzio, tiene banco la solidarietà. Sono stati raccolti circa 7.400 euro tramite l’asta di beneficenza andata in scena ieri sera al Prato City di via Valentini. I fondi andranno a favore di Stefano Turchi, affetto da sclerosi laterale amiotrofica. Una serata splendida, condita dalla presenza delle vecchie glorie biancazzurre, veri protagonisti dell’evento, oltre a moltissimi supporter lanieri che hanno creato un vero e proprio clima da stadio. Fra i presenti, l’assessore allo sport, Matteo Grazzini e gli ex giocatori del Prato: Ciccio Esposito, Mario Giannoni, Roberto Marchisio, Paolo Cecconi, Alessandro Lamonica, Alessio Torracchi, Mario Masini, Stefano Guerra, Damiano Moscardi, oltre a Massimo Marchini e Marco Rossi, entrambi promotori dell’evento. Banditore d’asta d’eccezione, il giornalista Stefano Chini, cronista di spicco del passato biancazzurro. Fra le tante maglie che si sono succedute ieri sera, quella di Diego Armando Maradona ai tempi del Napoli, chiaramente la più quotata. La maglia del “pibe de oro” ha raggiunto il record dell’asta alla cifra di 2mila euro. Al secondo posto come valore, ma non sicuramente per affetto e stima nei suoi confronti (tanti i cori per il bomber), quella di Marco Rossi. La maglia del goleador degli anni ’80 ha raggiunto la cifra di mille euro.
Sono rimaste ancora invendute, invece, molte maglie, fra cui, per citarne alcune delle più preziose, quella di Gianluigi Buffon e Paolo Maldini. L’asta continuerà per il momento su Facebook alla pagina dal titolo: “Asta benefica pro Turchi – Il Cuore di Prato dà un calcio alla Sla”. La prossima settimana verranno comunicate le nuove iniziative. Continua, invece, la vendita delle t-shirt con il logo dell’iniziativa, che proseguirà fino al giorno della partita con una donazione minima di 5 euro. Tutti coloro che vorranno fare un’offerta libera potranno utilizzare il codice IBAN del conto  corrente ‘Pro Stefano Turchi’: IT34 E031 9421 5000 0000 0363 200. La giornata di beneficenza è patrocinata dalla Provincia e dalla Lega Pro.

La polizia municipale ha festeggiato i 180 anni. Milone: “Avanti nella lotta all’illegalità”

Si è tenuta questa mattina a Villa Fiorelli all’interno del Parco di Galceti, la cerimonia per il 180° anniversario della Fondazione del corpo della polizia municipale di Prato.Durante la cerimonia sono state consegnati alcuni attestati di servizio.
“Proseguiremo senza sosta – ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza cittadina Aldo Milone -, la lotta all’illegalità insieme al gruppo interforze. Un obiettivo importante per questa giunta. Inoltre come è emerso dalla relazione presentata questa mattina dal comandante Andrea Pasquinelli un altra priorità sarà, anche alla luce dei recenti fatti, il rafforzamento dei controlli nei confronti di coloro che guidano veicoli senza possedere la patente e sempre più spesso senza la copertura assicurativa. E’ importante garantire ai cittadini che dopo l’eventuale danno provocato da un incidente non debbano subire anche la beffa di non poter ricorrere alle assicurazioni. Putroppo – ha concluso l’assessore -, la maggior parte di questi casi, riscontrati anche negli ultimi giorni, vedono protagonisti cittadini extracomunitari”.

Mandano quattro carabinieri in ospedale per impedire la perquisizione della loro casa: arrestati due sospetti spacciatori

Per non fare entrare i carabinieri nella loro abitazione le hanno provate di tutte, al punto da costringere ben quattro militari a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso per lesioni giudicate guaribili dai 5 ai 25 giorni. Alla fine, però, i carabinieri del Nucleo investigativo sono riusciti a mettere le manette ai polsi di due giovani marocchini, di 23 e 21 anni. I due, sospettati di gestire un giro di spaccio, vivono in un appartamento di via Siena e alla vista dei carabinieri si sono scagliati loro addosso. Il motivo è presto detto: in casa c’erano circa mille euro in contanti, 11 telefonini e una macchina fotografica, tutto provento dell’attività di spaccio. I carabinieri hanno poi trovato anche una bilancina di precisione, utilizzata per la realizzazione delle dosi. Nei guai sono finiti anche altri due marocchini, un uomo di 21 anni e una donna di 26, entrambi clandestini. Sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. I due arrestati, invece, sono stati portati nelle camere di sicurezza del comando dei carabinieri.

Gida compie 30 anni e domani apre al pubblico l’impianto di depurazione di Baciacavallo: visite guidate, stand e animazione per i bambini

In occasione dei 30 anni di attività, domani domenica 29 maggio dalle ore 15,30 alle ore 19, l’impianto di depurazione di acque reflue di Baciacavallo verrà aperto alla cittadinanza. L’impianto è il primo dei cinque di depurazione che la Società Gida Spa gestisce da 30 anni.
Gida, ancora poco conosciuta agli stessi pratesi, è invece all’avanguardia nel panorama nazionale, sia da un punto di vista tecnico, che gestionale. La sua attività di salvaguardia dell’ambiente è risultata efficace soprattutto grazie alla sinergia tra pubblico e privato dei soci (Comune di Prato, Unione Industriale Pratese e Consiag).Gida gestisce anche altri impianti di depurazione: quello di Calice, dove vengono trattati anche i liquami di fosse settiche e percolati di discarica, quelli di Vaiano, di Vernio, di Cantagallo e l’acquedotto industriale, che rifornisce le ditte con acqua di riciclo e l’impianto antincendio del 2° Macrolotto Industriale di Prato.
L’iniziativa prevede: visite guidate sull’impianto, stands, musica, animazione per i più giovani e merenda.

Maxi controllo anti-alcol della polizia municipale vicino l’Omnia: in 7 ci hanno rimesso la patente

Continua senza sosta l’attenzione della polizia municipale sul fenomeno della guida in stato di ebbrezza, iniziato nelle scorse settimane, prima in via Ferrucci, poi in viale Galilei. Questa volta le verifiche hanno riguardato la zona nei pressi dell’Omnia Center, in viale Allende, dove è stato allestito un posto di blocco che ha visto impegnati 7 agenti e 2 ufficiali della polizia municipale. Gli agenti si sono posizionati lungo la corsia che era stata delimitata con coni e cartelli, controllando con precursore tutti i conducenti, circa 600. All’esito positivo dell’apparecchiatura portatile (la presenza di alcol nell’aria espirata fa accendere un led di colore rosso) i conducenti sono stati controllati con l’etilometro omologato. Su 9 persone sottoposte alle prove, 4 hanno fatto rilevare un tasso alcolemico di oltre 0,8 g/l: per questi è scattato il ritiro della patente per la sospensione da 6 mesi ad un anno e una denuncia che prevede l’arresto fino a sei mesi e un’ammenda da euro 800 a euro 3200, aumentata da un terzo alla metà in quanto il fatto è stato commesso dopo le ore 22 e prima delle ore 7; 3 conducenti hanno fatto rilevare un tasso alcolemico compreso tra 0,5 g/l e 0,8 g/l per cui hanno visto ritirarsi la patente per la sospensione da 3 a 6 mesi e dovranno pagare una sanzione di euro 500. Tutti subiranno una decurtazione di 10 punti sulla patente.
Ma i controlli non si sono limitati a questo. Infatti la polizia municipale ha sorpreso un cittadino cinese che stava guidando senza aver mai conseguito la patente di guida e è stato denunciato; 4 persone non avevano revisionato la vettura, un’altra non aveva provveduto al rinnovo della patente scaduta ed infine un cittadino cinese stava telefonando mentre guidava il suo veicolo. I controlli proseguiranno anche la prossima settimana e per tutto il periodo estivo.

La Prato Estate cala i suoi assi: Battiato e Panariello protagonisti in piazza Duomo

Saranno Franco Battiato e Giorgio Panariello i protagonisti dei due grandi eventi in piazza Duomo del cartellone della Prato Estate 2011 organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune. Il primo sarà in città il 18 luglio, con lo splendido concerto ‘Up patriots to arms’; il secondo porterà nella ‘sua’ Prato lo spettacolo ‘Panariello non esiste’ il 19 luglio: sarà l’ultima tappa della tournée che ha collezionato sold out in tutta Italia, una serata speciale e fuori programma che lo stesso Panariello ha voluto dedicare alla sua città d’adozione, d’intesa con il sindaco Roberto Cenni. La prevendita dei biglietti per Battiato è già partita con successo, quella per lo spettacolo di Panariello scatterà lunedì. “Per due giorni piazza Duomo si trasformerà in un splendido teatro all’aperto – spiega l’assessore alla cultura Anna Beltrame -, con oltre 4mila posti tra la platea naturale della piazza e la tribuna che sarà montata per l’occasione”. I biglietti per entrambi gli eventi costeranno fra i 20 e 40 euro e sono acquistabili attraverso il circuito regionale Box Office e on line sul sito www.ticketone.it. (il concerto di Battiato ha come sponsor la Banca Popolare di Vicenza, lo spettacolo di Panariello l’Asm).
La Prato Estate inizierà l’11 giugno: in attesa della presentazione ufficiale del programma, prevista per martedì 7 giugno in Palazzo Comunale (ore 12), ecco qualche anticipazione. Tornerà la lirica al Castello col progetto L’opera con tre soldi, avviato dall’assessorato alla cultura per riportare l’opera in città, puntando sulle energie di tanti appassionati. L’11 e il 13 luglio sarà di scena La Bohème con l’orchestra del Festival puccinano di Torre del Lago diretta dal pratese Carlomoreno Volpini e con la regia di Goffredo Gori (prevendita Casa musicale Niccoli,  biglietti 25 euro, 12 i ridotti).  Il Pecci ospiterà due concerti da non perdere: il 26 luglio il “Tributo a De André” di Danilo Rea, uno dei pianisti jazz più apprezzati non solo in Italia; il 3 agosto la strepitosa coppia di musicisti Igudesman & Joo: sarà un’esilarante miscela di musica classica e commedia (per averne un assaggio, basta spulciare su YouTube, dove la coppia colleziona milioni di contatti in tutto il mondo). Anche per questi due concerti (biglietti rispettivamente 7 e 10 euro) la prevendita è già cominciata (Box Office e www.ticketone.it).
Saranno invece quasi tutti a ingresso libero le serate nella corte delle sculture della Lazzerini: “Sarà il luogo simbolo della Prato Estate – anticipa l’assessore Beltrame – e ospiterà ben quaranta appuntamenti, anche in agosto. Quattro concerti delle migliori orchestre giovanili europee, due serate dedicate alle voci femminili, due concerti in collaborazione con il Festival delle Colline, un recital per Giorgio Gaber e ‘Cities like me’, un tour virtuale in 14 tappe, un modo di viaggiare per chi resta in città ideato dal Tpo, la compagnia pratese conosciuta livello internazionale per i suoi spettacoli”. Non mancheranno i concerti d’agosto al Castello, le serate all’insegna della poesia e della buona cucina al Caffè delle Logge e tante altre iniziative.