Rapina una connazionale e la prende a calci, preso dopo una rocambolesca fuga in mezzo ai passanti

Movimentato arresto di un rapinatore marocchino oggi pomeriggio nella zona di viale Vittorio Veneto. Tutto è iniziato verso le 14.30 in piazza Stazione, quando una donna marocchina di 49 anni, regolare in Italia e residente a Firenze, mentre stava aspettando l’autobus è stata avvicinata da due giovani connazionali che hanno attaccato discorso. I due hanno poi chiesto alla donna se poteva offrire loro da bere al vicino chiosco. In questo frangente, però, la 49enne si è accorta che le era sparito il portafogli, con dentro 400 euro e tutti i documenti. Quando ha chiesto chiarimenti ai due giovani connazionali, questi sono fuggiti via, non senza aver prima colpito la donna con un calcio facendola cadere a terra. Alla scena hanno assistito alcuni passanti che hanno subito avvertito il 113. Una Volante, che era già in zona, ha intercettato uno dei rapinatori in piazza San Marco. Ne è nato, quindi, un rocambolesco inseguimento a piedi tra i passanti, con il giovane che ha anche scaraventato a terra una transenna per fermare i poliziotti. Intanto una seconda pattuglia della Volante si era unita alla prima e in viale Vittorio Veneto il fuggitivo è incappato in un contingente della polizia che stava andando a fare ordine pubblico ad una manifestaizone. A quel punto per il giovane non c’era più scampo e in via Giotto è stato bloccato e ammanettato. La 49enne marocchina lo ha poi riconosciuto come l’autore del furto diventato nel frattempo rapina impropria. Il marocchino, un 25enne clandestino, è stato quindi arrestato, mentre il portafogli della donna è stato recuperato con dentro i documenti ma non più i soldi.

I commenti sono chiusi.