Conti ok per Estra: il bilancio 2010 si chiude con un utile netto di 10,4 milioni di euro. Abati confermato direttore generale

Ammontano ad oltre 439 milioni di euro i ricavi netti realizzati nel 2010 dal Gruppo Estra. Sul totale dei ricavi, 430 milioni si riferiscono in particolare alla commercializzazione del gas naturale e dell’energia elettrica: durante l’esercizio 2010, infatti,  il Gruppo ha venduto oltre 836 milioni di mc di gas naturale e circa 1,1 milioni di MW/h di energia elettrica.
Il margine operativo lordo si attesta a 37,76 milioni che rappresenta l’8,59% del valore dei ricavi del Gruppo, mentre, in virtù dei significativi ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni di competenza di esercizio, il risultato prima delle imposte si attesta a 24.465.107 euro. L’utile netto, al netto degli interessi di terzi, è invece pari a 10,4 milioni di euro. Il capitale investito consolidato ammonta al 31 dicembre 2010 a 275,7 milioni di euro.
Il bilancio approvato non comprende tutto il nuovo perimetro del Gruppo Estra in quanto Coingas (Arezzo) ha conferito il proprio ramo d’azienda riguardante le reti di distribuzione del gas, il 1 gennaio 2011 e quindi il bilancio dell’anno in corso vedrà un conseguente aumento dei ricavi. Sono esclusi dal bilancio approvato anche i ricavi annuali della distribuzione gas dei primi 4 mesi di distribuzione gas per Siena e Prato.
Nel corso del 2010 si è concluso il processo di aggregazione attraverso il conferimento di Consiag e Intesa dei rispettivi rami d’azienda delle reti gas e gpl, della gestione calore, dei servizi generali di struttura, delle partecipazioni connesse. A conclusione di questo processo, con l’ingresso di Coingas anche per la distribuzione del gas e con il passaggio delle quote nelle varie società partecipate che si occupano di energia rinnovabile, il Gruppo riunisce tutte le società e i rami di azienda e di partecipazioni detenute da Consiag (Prato), Coingas (Arezzo) ed Intesa (Siena) ed è presente in 210 comuni nelle province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Perugia, Pistoia, Prato, Siena e nelle aree metropolitane di Roma, Milano e Torino.  Per quanto riguarda la controllata Estra Energie, il reddito operativo aumenta da 7,86 milioni di euro nel 2009 a 17,8 milioni nel 2010 con Ebit che passa dal 2,3% al 5%.
Contestualmente all’approvazione del bilancio consolidato l’assemblea dei soci Estra ha proceduto a nominare il nuovo Consiglio di Amministrazione: alla guida del Gruppo in qualità di presidente è stato nominato Paolo Brandi. Riconfermati rispettivamente amministratore delegato e direttore generale Alessandro Piazzi e Paolo Abati.

Un pensiero su “Conti ok per Estra: il bilancio 2010 si chiude con un utile netto di 10,4 milioni di euro. Abati confermato direttore generale