Le giostre in esubero alla Festa Democratica potrebbe andare a quella del Volontariato: il sindaco incontra i giostrai

Il Comune offre una via d’uscita dall’impasse nato alla festa provinciale del Pd a Narnali per le giostre risultate abusive da un controllo effettuato dai vigili. Il sindaco Roberto Cenni e il presidente del Consiglio comunale Maurizio Bettazzi hanno incontrato i titolari delle attrazioni sotto sequestro offrendo la possibilità di spostare le giostre alla Festa del volontariato della Croce d’Oro, all’ex Ippodrono fino al 10 luglio. Per andare incontro ai giostrai e alle loro famiglie, Cenni e Bettazzi si sono interessati della vicenda contattando la Croce d’Oro.
Come è noto il problema è sorto a causa del mancato rispetto da parte dell’organizzazione della Festa del Pd del Regolamento, approvato recentemente all’unanimità dal Consiglio comunale, che prevede un limite massimo di 10 giostre per ragazzi sotto i 14 anni per manifestazioni di questo genere, mentre le attrazioni riscontrate alla Festa del Pd erano 17. La Festa del Volontariato attualmente ha tre attrazioni, quindi lo spostamento delle giostre sarebbe possibile. Bettazzi ha chiarito che l’amministrazione comunale non ha la competenza per entrare nel merito della distribuzione degli spazi all’interno della Festa del PD, questione che attiene agli organizzatori, ma è tenuta  a far rispettare le regole: «Abbiamo dato la nostra disponibilità ad ascoltare i titolari delle giostre – ha affermato Bettazzi -appunto perchè alla fine non pesi sulle loro spalle un errore non loro». I giostrai si sono dimostrati soddisfatti della soluzione trovata dal Comune e hanno ringraziato il sindaco Cenni e il presidente Bettazzi per il pronto interessamento alla vicenda.

I commenti sono chiusi.