Sanità, nel periodo estivo riorganizzazione dei reparti ospedalieri e ad agosto sarà ridotta l’attività chirurgica programmabile”

L’Asl ha varato il piano di riorganizzazione dei reparti ospedalieri per i mesi estivi, quando si registra un calo fisiologico delle prestazioni che rende necessario una diversa organizzazione dei servizi ambulatoriali e di ricovero.
“La volontà della direzione aziendale – spiegano dalla Asl – è stata quella di mantenere un adeguato livello di assistenza medica ed infermieristica allo stesso tempo garantendo al personale il godimento delle ferie dovute. Saranno garantite tutte le urgenze, resteranno inalterate le attività di emergenza. Alcuni servizi di ricovero (soprattutto per quanto riguarda i reparti dell’Area chirurgica e dell’Area medica) saranno accorpati per utilizzare al meglio le potenzialità delle risorse umane. Ad agosto sarà ridotta l’attività chirurgica programmabile adeguandosi al calo di richieste che si registra sempre in questo periodo”.
“Il Piano elaborato dopo aver esaminato i dati storici di degenza (numero dei ricoveri e delle giornate di degenza) delle precedenti stagioni estive, è stato presentato alle organizzazioni sindacali – spiega il dottor Joseph Polimeri direttore del Presidio ospedaliero -. Sono ancora in corso ulteriori valutazioni per eventuali rimodulazioni della logistica dei posti letto in funzione di nuove disponibilità di aree di degenza da considerare sempre alla luce dell’andamento del  numero di accessi al Pronto Soccorso”.

I commenti sono chiusi.