Maila Ermini porta a Luicciana il suo “Anito e Garibalda”, feroce satira sulla moda imperante dei reality

Fa tappa in Val di Bisenzio lo spettacolo “Anito e Garibalda”, scritto e interpretato da Maila Ermini con Gianfelice D’Accolti. L’appuntamento è per stasera (giovedì 28 luglio, ore 21,30) presso lo spazio polivalente Don Balleri a Luicciana, Cantagallo. “Anito e Garibalda” già rappresentato con successo in varie parti della provincia, è, come dicono gli autori, “una commedia da ridire contro i reality da piangere”. Una sorta di ribellione del vecchio teatro contro questa nuova forma di spettacolo.
“Il teatro – si legge nella nota di presentazione – grande nemico della televisione, e soprattutto di questa televisione, apparentemente disarmato e povero ma in realtà fortissimo e tenace, non può far altro che attaccarlo e fargli gli sberleffi. “Anito e Garibalda” è la prima commedia parodia dei realiti, che regnano incontrastati. La storia si svolge in uno studio cine-televisivo, dove  si decide di organizzare un realiti a tema storico e si approfitta delle celebrazioni dell’Unità d’Italia per far ripercorrere agli interpreti il viaggio dei Mille cambiando, come in un gioco, il sesso di quelli che furono i protagonisti storici. Il tono surreale e grottesco, il tono da iperrealtà tipico dei realiti, rende la commedia divertente e beffarda. Il riferimento comico è, per far capire, ai Monty Pyton ma anche a Boris Vian. La morale? La televisione riesce a banalizzare anche la Storia. Anzi forse soprattutto quella”.

I commenti sono chiusi.