Nuovo regolamento idoneità alloggio, previste norme severe per controllare il ricorso alle bombole gpl

Continuano i passaggi nelle commissioni consiliari del regolamento sull’idoneità dell’alloggio per stranieri redatto dall’assessore Silli. Dopo alcune sedute della commissione 1 presieduta da Gianluca Banchelli (PdL),sono stati proposti alcuni emendamenti che l’assessorato all’immigrazione sta procedendo ad inserire nel testo. Mentre la commissione sicurezza, presieduta dal leghista Tosoni, su proposta del consigliere Auzzi ( Prato libera e sicura ) ha suggerito di lavorare sulla questione delle bombole del gas che troppo spesso cittadini di etnia cinese collezionano all’interno di abitazioni o di capannoni. Questo ovviamente per ovviare all’allacciamento alla rete del  metano che permetterebbe di localizzare e di controllare costantemente gli spostamenti.
Per questo nell’ultima seduta della commissione è stato invitato il comandante provinciale dei vigili del fuoco. La commissione ha dunque dato mandato all’assessore Silli di valutare i punti discussi e di decidere se inserire l’argomento nel regolamento in questione o, se del caso, produrre un regolamento apposito dopo aver sentito le categorie ed i rivenditori di bombole di gas Gpl. In particolare si punta a formare i tecnici che dovranno controllare a tappeto ogni abitazione da un punto di vista igienico sanitario, facendo fare una formazioen specifica dai vigili del fuoco per controllare anche la presenza di bombole e verificare l’effettiva sicurezza del’impianto. Sarà poi valutata con i rivenditori la possibilità di tenere un registro dove riportare il nome dell’acquirente e per poter localizzare dove vengono stoccate le bombole piene. Verrà permesso lo stoccaggio, oltre che della bombola utilizzata, di una sola bombola si riserva e saranno previste, in caso contrario sanzioni molto alte. Infine, verrà, una volta approvato l’eventuale regolamento, richiesto alla Regione Toscana una legge regionale apposita onde evitare che si possano scavalcare le norme solo perché si esce dal territorio pratese per acquistare il Gpl.

I commenti sono chiusi.