Val di Bisenzio, gli artigiani tirano le orecchie agli amministratori: “Tante parole ma per ora nessun fatto concreto”

Moreno Vignolini

“Dalle parole non siamo ancora passati ai fatti. E per l’economia della Valbisenzio non sono state ancora attuate scelte e azioni”.
Moreno Vignolini, vicepresidente di Confartigianato Imprese Prato e imprenditore tessile della Vallata, esprime così la sua delusione per la mancata concretizzazione di interventi di cui si parla da lungo tempo, facendosi portavoce del malcontento e della preoccupazione del Gruppo Artigiani della Valbisenzio facenti capo a Confartigianato, riunito martedì scorso per valutare la situazione che oggi vive il territorio. “Sono mesi che si parla dei temi che dovrebbero costituire terreno d’intervento per rilanciare l’economia della Vallata – dice Vignolini – temi che sono stati ampiamente ribaditi anche in occasione dell’incontro alla Villa Il Mulinaccio del 29 giugno scorso. Temi sicuramente importanti come le energie rinnovabili e la giusta preoccupazione, che condividiamo col sindaco Marchi, per il rischio che il ciclo della filiera tessile, ancora integro in Vallata, possa troncarsi perdendo così un valore aggiunto decisivo di quest’area. Il problema è che le intenzioni pur buone sono rimaste tali e che ben poco sia stato fatto nel concreto per rilanciare il territorio e agganciarsi in modo virtuoso alla lieve ripresa che il tessile sta conoscendo in queste ultime settimane. Come Confartigianato torniamo quindi a ribadire che, al prossimo incontro dedicato ai problemi dell’economia, vogliamo poter parlare di bilanci e risultati e non più di buone intenzioni”.
Per Vignolini, infatti, è giunto il momento di operare delle scelte prioritarie e intervenire rapidamente in favore delle imprese. “Stiamo ancora aspettando un amministratore che passi dalle parole ai fatti, operando scelte precise su aspetti come viabilità, sviluppo economico e sociale e quant’altro. Scelte che possono anche essere, se occorre, impopolari, come ad esempio il comune unico, ma che si abbia il coraggio di portare fino in fondo”.a

2 pensieri su “Val di Bisenzio, gli artigiani tirano le orecchie agli amministratori: “Tante parole ma per ora nessun fatto concreto”

  1. La sinistra tutta, ma specialmente quella della valbisenzio, è capace solo di questo.. PAROLE PAROLE PAROLE… Quella a cui interessa loro è la poltrona… Svegliamoci e mandiamoli a casa alle prossime elezioni!! Inutile lamentarsi se poi non si ha il coraggio di cambiare!