Al Castello dell’Imperatore si rivivono in musica i 150 anni dall’Unità d’Italia con il gruppo Tuscae Gentes

Ultimo appuntamento per i “Concerti d’agosto” al Castello dell’Imperatore che vedono sul palco, insieme ad altri artisti, gli insegnanti della Scuola comunale di Musica Verdi, nell’ambito della Prato Estate organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune.
A concludere la rassegna stasera, lunedì 29 agosto, sempre alle 21,30 e a ingresso libero, sarà il gruppo toscano Tuscae Gentes con il suo nuovo spettacolo “150 e oltre”, tratto dall’omonimo Cd, uscito in occasione delle celebrazioni dell’unità d’Italia. Sul palco saranno protagonisti  Daniele Poli (chitarra, voce, armonica a bocca, duddero) – leader del gruppo formato alla Scuola Verdi dove insegna chitarra classica -, Lucia Sciannimanico (voce), Ugo Galasso (flauti, ocarina, piffero, clarinetto, cori), Giuseppe Cornacchia (fisarmonica, cori), Nicola Mitolo (violino), Francesco Castagnoli (contrabbasso), Rocco Zecca (cucchiai, tamburello, percussioni, cori), Lea Galasso (violoncello).
Nel concerto, Tuscae Gentes interpreta gli eventi risorgimentali in un percorso che prende le mosse negli ultimi anni del ‘700 per concludersi con la guerra di liberazione, attraverso varie chiavi di lettura. Dai brani proposti emergono sia i punti di vista “ufficiali” (Camicia rossa, O Venezia), sia quelli che provocarono autentici scandali (Gorizia), unitamente ai luoghi ed ai protagonisti della grande storia che talvolta si intrecciano con realtà locali e personaggi minori. A fare da contraltare ai canti patriottici e d’azione, le voci al femminile che con toni forti e crudi maledicono chi la guerra ha voluto a discapito dei più deboli.

I commenti sono chiusi.