Alla Monash un archivio dedicato al cinema indipendente australiano: da stasera via ad una mini rassegna di proiezioni

La sede del Monash Centre

Il Monash University Prato Centre inaugura l’archivio cinematografico  “Sguardi Australiani”. Per l’occasione è stata organizzata una mini rassegna che permetterà ai pratesi di conoscere alcuni tra i film più rappresentativi della produzione cinematografica indipendente australiana.
La rassegna si apre oggi (mercoledì 31 agosto) al Castello dell’Imperatore con la proiezione del film “ Storm Boy,” di  Henri Safran;  il secondo film della rassegna,  “Gulpilil -One Red Blood ” sarà trasmesso la settimana seguente, mercoledì 7 settembre, al Cinema Terminale. La rassegna si concluderà sabato 17 settembre con la proiezione di due cortometraggi (“La Scala Lo Scalone”, di Franco di Chiera e  “Bush Bikes”, di David Vadiveloo) presso il Salone Grollo del Monash University Prato Centre.
Sempre sabato 17 settembre è fissata l’inaugurazione dell’archivio. L’iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Prato, della Regione Toscana oltre che dell’Ambasciata d’Australia, fa parte della serie di attività celebrative organizzate in occasione del decimo anniversario della fondazione del Monash Prato Centre e si svolgerà presso la sede di Palazzo Vaj, alla presenza di autorità locali e personalità del mondo accademico australiano, della direttrice del Centro, la professoressa Loretta Baldassar e dell’ideatrice e direttore artistico dell’ Archivio Sguardi Australiani, Silvana Tuccio.

I commenti sono chiusi.