IL SONDAGGIO/Dite la vostra sul progetto del Comune che vuole realizzare un viadotto per superare la strozzatura del Soccorso sulla Declassata

E’ l’argomento che ha caratterizzato il dibattito in città in questi primi giorni di agosto: la soluzione proposta dal Comune per risolvere il nodo del Soccorso sulla Declassata. Nei giorni scorsi il governo ha garantito il contributo per 16 milioni di euro per realizzare un viadotto in grado di far dimenticare l’attuale strozzatura. Le opposizioni hanno subito bocciato il progetto, preferendo la soluzione dell’interramento. Lo stesso hanno fatto i membri del Comitato del Soccorso. Noi di NdP abbiamo deciso di sentire sul tema i nostri lettori. Come al solito il sondaggio non ha nessuna pretesa di scientificità. E’ solo un modo per consentire ai nostri lettori di esprimere la loro opinione. Sarà possibile votare fino a giovedì 11 agosto a mezzanotte.

[poll id="12"]

24 pensieri su “IL SONDAGGIO/Dite la vostra sul progetto del Comune che vuole realizzare un viadotto per superare la strozzatura del Soccorso sulla Declassata

  1. Fosse per me farei sia il viadotto che il sottopasso, almeno ognuno percorrerà quello che piú gli piace e sì placheranno le polemiche!

  2. Stiamo iniziando la raccolta di firme contro lo scempio di un viadotto con piloni,noi siamo favorevoli all’interramento.un viadotto di 7 metri + 2 di muro anti suono andrebbero a degradare maggiormente la città ma sopratutto il quartiere del soccorso che già versa in una situazione particolare.Siamo nel 2011.se facciamo una cosa facciamola bene, altrimenti niente!!

  3. l’egoismo degli italiani, brutta bestia.
    Se una cosa fa comodo a tutti ma disturba l’uno per cento (poi, nel caso specifico, devo ancora capire come), allora muoia Sansone con tutti i filistei, facciamo stare male tutti e festa finita.
    Prato, infrastrutturalmente parlando, è degradata sì ma nel senso contrario che vuol far credere il lettore sopra: 200.000 persone, traffico a bestia, e stradine da anni ’30.
    Ogni opera di ingrandimento non è solo benvenuta ma necessaria.
    O è meglio inquinare l’aria dei residenti, restando mezz’ore per volta ingorgati nel traffico di una strozzatura idiota? Questo sì che è degrado.

  4. Sta a vedere che il soccorso diventa degradato per il viadotto…
    Ma avete mai fatto una girata tra i palazzi al soccorso? Scampia in confronto è oro!

    @Fabio

    Il testo per cui raccogliete le firme in che lingua è scritto? Se vuoi convincere i residenti devi tradurlo in un bel po’ di lingue.

  5. @Luca
    penso che tu volessi chiedere a andrea, io sono favorevole al viadotto

  6. ok d’accordo malgrado possa servire per mettere una toppa ad un lavoro fallimentere fin dall’inizio, penso che tanti soldi si stanno gettando per lavori anche di minore entita’a giro per la citta’. Gli esempi sono tanti dalla rivalutazine del centro alla illuminazione delle strade un po piu nascoste per cosi dire ma sopratutto approfitto a nome di diversi cittadini del centro storico, per chiedere , come fu promesso in campagna elettorale, di creare nuovi posti auto dentro le mura, visto che non ne possiamo piu di ssere presi per i fondellida tutti e di vedere che la guinta di destra ,in questo settore non trascurabile ,sta facendo peggio dei colleghi rossi, avendo di recente addirittura tolto un buon numero di posti per far spazio alle caste dominanti della citta’. I preti, la CAP e commercianti . Tutto questo e accaduto in via del seminario , dove addirittura hanno tolto posti a noi per servire il bar dei cinesi con carico e scarico.Bene continuando cosi per noi ne pagherete le conseguenze.

  7. fabio non ti preoccupare del mio italiano, io non devo scrivere nessun testo e non devo convincere nessuno per fortuna :) . ho espresso il mio pensiero che è lo stesso di tante altre persone.

  8. Solo alcune considerazioni tecniche:
    Il viadotto può essere mitigato con barriere antirumore o alberature laterali;
    l’interramento può dar luogo a problemi (allagamenti, innevamento delle rampe in salita e discesa, con blocco totale del traffico in tutta la città);
    l’interramento necessita nei decenni futuri di “perenne” manutenzione (pompe di sollevamento acque, pulizia tubazioni di scarico ecc);

    le pompe funzionano ad energia elettrica (se e fin quando ci sarà …!).

  9. Ery è inutile…tanto ci sarà sempre qualcuno che dirà che l’interramento è la soluzione migliore, anche se costa il doppio, anche se farà chiudere la declassata per 18 mesi,anche se porterà più svantaggi che vantaggi..tra un pò arriverà qualcuno a dire che non si può fare il viadotto perché sennò si sciupa l’ecosistema ideale delle formiche..la gente che sta cercando di andare contro il viadotto è di 2 tipi:gli imbecilli e gli ignoranti ( nel senso che ignorano i benefici del viadotto stesso): i primi son tutti quelli come il gestri che cerca le scuse più assurde per dare aria a quel buco dentato, i secondi sono quelli come il raccoglitore di firme qui sopra…

  10. Aggiungerei a quanto ha detto Gio che a differenza di altri sottopassi già realizzati, in questo caso si scaverebbe vicino a fabbriche, case e palazzi.

    Quando ci saranno problemi di crepe nei muri durante gli scavi e infiltrazioni da chi credete che andra a piangere questa gente, mica da chi lo avrebbe voluto fare, ci pensa dal 2002 ma non aveva i soldi.

    Ma gli altri sottopassi li hanno fatti e questo che era il più importante no, perche?

    Provate a chiederglielo voi.

  11. Gio mi sa che quà il vero imbecille ed ignorante sei tu.Impara a portare rispetto!!
    Sei solo buono ad offendere,per il resto mi sà che tu sia poca roba.

  12. Andrea, non mi pare di aver offeso nessuno, visto che mi attengo ai soli fatti.. Che il gestri (scritto volutamente minuscolo) in questi giorni stia cercando ogni appiglio per poter screditare l’attuale giunta..Prima con la Sasch, ora col viadotto passando per Pratilia… L’etimologia corretta del termine “imbecille” deriva dal diminutivo di “Baculum—>Bastone” ovvero colui che non riesce a reggersi in piedi con le proprie gambe e ha bisogno di appoggiarsi a qualcuno per far valere le proprie opinioni..
    Mentre con il termine ignorante, come avevo già scritto, intendevo chi IGNORA i benefici in termini di tempo, denaro, interruzione del traffico e facilità di esecuzione del viadotto.. E te lo dice uno che sta a neanche 100 mt dal ponte..
    Mentre ” l’offenditore ” mi pare che tu sia te, visto che mi dici che sono “il vero imbecille, ignorante e poca roba “..
    Ti giro il tuo consiglio, IMPARA A PORTARE RISPETTO..
    Non è quello che sei, ma tanto quello che fai che ti qualifica.
    Ovviamente, senza rancore e senza rabbia.

  13. Non ti pare? a me pare di si!! cmq. se copi l’etimologia delle parole , ricordati di copiarle x intero.imbecille:debole,languido infermo,essendo come taluno pretende,formato dalla particella IN e Becillum forma indebolita di Bacillum diminuitivo di BACULUM bastone che è l’appoggio di chi sta male in gambe.
    Oggi più che del fisico dicesi del morale e quindi vale SCEMO DI CERVELLO.E POI BASTA XKè NN MI PARE CHE DOBBIAMO CONTINUARE . SENZA RANCORE E SENZA RABBIA MA VERAMENTE . CIAO Gio

  14. Non c’è proprio verso… Ma qualcuno dei prodi sostenitori delle scelte del sindaco s’è accorto che fino all’altro giorno era lo stesso sindaco che era favorevole all’interramento, e che – tecnicamente – dovranno fare una variante alla variante che questa amministrazione, sulla scia della precedente, ha già approvato?
    Son sicuro che, se Cenni avesse proposto di usare i dischi volanti, a quest’ora i suoi fan (nel senso letterale del termine) sarebbero ad acclamarla come la soluzione più “ragionevole”!

  15. Resto dell’idea che non sarà costruito un bel NULLA di NIENTE, Pratilia resterà cosi com’è per ancora diversi anni, idem per il cavalcavia/viadotto o l’interramento/galleria del Soccorso. L’unica scelta possibile è il senso di marcia alternato, gestito da un paio di operai con la paletta verde/rosso “tipo cantiere stradale”.

  16. basta sbassare la strada attuale di 3 mt e allargarla di 4 mt con un costo sicuramente dimezzato.

  17. “Il tema dovrà essere completamente riconsiderato, secondo un concetto che veda la Declassata non già una semplice arteria di scorrimento destinata a dividere impropriamente la Città in due parti, ma la spina dorsale di un quartiere lineare con funzioni anche direzionali, capace di dare un segno fortemente caratterizzante alla Prato del futuro, ricomponendo anche pedonalmente le due parti della Città, tramite gli interventi stradali nelle zone del Soccorso e di Mezzana.” Dalle linee programmatiche del Sindaco Cenni…
    E per finire, quanto approvato dal consiglio comunale lo scorso 23 giugno:
    “Le opere pubbliche di infrastrutturazione generale da realizzare sono il parco delle Fonti, il parco di Via del Porcile ed il parco di Capezzana/Galciana, l’interramento di Viale Leonardo da Vinci lungo il tratto tra via C.Marx e via P. Nenni e le complanari di Viale Leonardo da Vinci” (delibera Cons. Com. 43-2011)
    Un’amministrazione talmente capace da contraddire se stessa in tempo un mese… CAMPIONI!!!

  18. L’interramento è un progetto, oltre che costoso per fattibilità e manutenzione, poco spendibile da un punto di vista politico.Il rischio è che alle prossime elezioni non sia finito e quindi non si possa vedere il risultato.La sopraelevata, invece è più facile e rapida da fare, oltre ad avere meno costi, e quindi si possa vedere presto.In ogni caso è un’opera di cui l’intera città non ne può fare a meno.

  19. Per fare la sopraelevata stimano dai 18 ai 24 mesi… Stessi tempi per l’interramento… E – tanto per ribadire – era la soluzione che fino ad un mese e mezzo fa piaceva anche all’attuale maggioranza!

  20. fabio Says:
    agosto 5th, 2011 at 14:14

    Gio Says:
    agosto 6th, 2011 at 08:30

    fa’ piacere apprendere che grazie al cavalcavia riuscirete ad arrivare 10 minuti prima a casa o a lavoro……. e che cio’ valga il sacrificio di poche ed insignificanti famiglie !! TANTO NON E’LA VOSTRA ! NIMBY

    Questo e’ il classico ragionamento all’ italiana vecchia maniera…. ma la storia non ci insegna prprio niente ?

    E’ ovvio che il raddoppio sia necessario per la viabilita’, e che ci saranno disagi, ma ce’ modo e modo di risolvere il problema. Soprattutto qundo si parla di infrastrutture importanti, destinate a durare nel tempo, con impatti notevoli sul territorio e sul tessuto sociale.

    Una scelta va’ fatta, ma va’ fatta coscientemente e consapevoli che sara’ una scelta che si ripercuotera’ sui nostri figli …… come vogliamo essere ricordati ???

    Poi se la soluzione cavalcavia vincera’, mi farebbe piacere che ci sia una targa con scritti i nomi dei politici che l’ hanno voluto, cosi’ che mio figlio e mio nipote sappia chi deve ringraziare.

  21. E allora continuiamo a fare la politica delle minoranze!!!
    Non credo proprio che con il raddoppio della declassata ci sia più inquinamento, anzi… perlomeno le auto scorrono, anzichè stare ferme.
    Comunque, se il problema sono una decina di famiglie, rispetto a tutta la comunità cittadina…beh, allora non facciamo niente e lasciamo tutto così, tanto se si aspetta il sottopasso, altro che nipoti, quando sarà pronto si girerà già con l’astronave…
    Saluti…