Bambini disabili abbandonati dalle famiglie cinesi, Morganti presenterà un’interrogazione al Parlamento europeo

«Formiamo le famiglie che decidono di accogliere i bambini con disabilità in modo che sappiano aiutarli al meglio e creiamo delle strutture dove poter accogliere i bambini affetti da gravi malattie in modo continuativo senza doverli sobbarcare in più famiglie». È la proposta dell’eurodeputato della Lega Nord nonché vicepresidente dell’Intergruppo disabilità al Parlamento Europeo, onorevole Claudio Morganti, in seguito ai dati presentati dall’assessore alla salute, alle politiche sociali e alla protezione civile del Comune di Prato, Dante Mondanelli.
Morganti sottolinea la sua «piena disponibilità» ed invita l’amministrazione comunale ad attivarsi «per chiedere dei sussidi alla Regione e all’Europa. Servirebbero – aggiunge – dei percorsi individualizzati per tutte le persone non autosufficienti e una deduzione fiscale per le spese sostenute per l’assistenza ai familiari».
Poi, il vicepresidente dell’Intergruppo disabilità si sofferma anche sui dati rivelati dall’assessore Mondanelli in merito all’aumento di abbandoni di bambini affetti da gravi malattie nella comunità cinese. «I dati denunciati dall’assessore Mondanelli – afferma l’esponente leghista – sono il risultato di una mentalità ottusa e disumana, come è quella cinese, per la quale è culturalmente normale abbandonare i bambini». In merito, l’europarlamentare pratese annuncia un’interrogazione alla Commissione Europea «per sapere come intenda risolvere questo problema inerente la comunità cinese e come pensi di tutelare i bambini portatori di handicap. In più, ci dovrebbero essere più controlli al livello sanitario, visto anche che molte donne della comunità orientale in stato di gravidanza si rifiutano di seguire il protocollo. Ogni tanto – termina Morganti – la console generale cinese, Zhou Yunqil, anziché venire Prato e degustare la nostra gastronomia, farebbe bene ad insegnare alla propria comunità il vivere civile e il rispetto per la vita umana».

4 pensieri su “Bambini disabili abbandonati dalle famiglie cinesi, Morganti presenterà un’interrogazione al Parlamento europeo

  1. «I dati denunciati dall’assessore Mondanelli – afferma l’esponente leghista – sono il risultato di una mentalità ottusa e disumana, come è quella cinese, per la quale è culturalmente normale abbandonare i bambini».

    Meno male: io credevo che li bollissero per concimare i campi.
    Sono proprio rimasto indietro, eh!

  2. pasquale paoli, il governo cinese non ha mai smentito che vengono uccise o abbandonate le bambine e i figli disabili per via del blocco delle nascite. penso che morganti si riferisca a questa cosa

  3. Il problema, Prato Libera, è che a me di questo Morganti importa meno di niente. Reinventasse pure la ruota da zero.

  4. Ma Morganti fa parte di quella famosa formazione politica che lascia senza mangiare gli alunni delle scuole elementari in alcune scuole di comuni retti da codesta formazione politica..???
    Non vi è dubbio che i comportamenti descritti siano da censurare (come minimo) ma non credo che il Morganti sia la persona più adatta a parlarne.