Da Paolo Poli a Vincenzo Salemme: nonostante la crisi il Politeama si conferma con un super cartellone

La stagione 2011/2012 del teatro Politeama Pratese ha dell’incredibile: nonostante la situazione quantomai impervia dei finanziamenti e i numerosi oneri economici da sostenere, lo staff capitanato da Roberta Betti è riuscito anche stavolta a proporre alla platea un anno gustosissimo, mantenendo i prezzi invariati.
Sarà Paolo Poli a dare il via alle danze: sabato 5 e domenica 6 novembre il sipario si alzerà su “Il mare”, spettacolo scritto e diretto da questo attore straordinario, che canterà e ballerà per noi raccontando contemporaneamente il Novecento della nostra Italia.
A novembre sarà la volta della grande musica, con Antonella Ruggiero (19/11) che presenterà il suo “Contemporanea Tango” assieme all’Ensemble Hymperion e agli accattivanti passi di danza dei ballerini Patrizia Carrazco e Pablo Linares. Questo stesso mese la Compagnia della Rancia salirà sul palco con il musical “Happy Days”, tratto dalla serie tv famosa in tutto il mondo. Dopo il grande divertimento con Richie Cunningham e Fonzie, dicembre ci offrirà il travolgente Paolo Ruffini, che, con Arianna Bergamaschi e Justine Mattera, avrà un ruolo in “Tre cuori in affitto”, diretto da Gianluca Guidi. Il giorno del patrono (26/12) ci attende un piacevole ritorno: Massimo Ranieri calcherà per l’ennesima volta il palco del teatro di via Garibaldi con “Canto perché non so nuotare”, spettacolo in cui l’artista partenopeo canterà, ballerà e reciterà per noi.
Il 2012 si aprirà con “Alice nel paese delle meraviglie” (7 e 8/01), un musical che porta in scena il famoso romanzo di Lewis Carrol; il 21 e 22 gennaio Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo saranno le protagoniste di “Smettila di piangere Penelope!”, versione adattata della brillante commedia che a Parigi è andata in scena per oltre tre anni consecutivi.
E ancora, a febbraio potremo assistere a ben tre spettacoli: “La mostra”, con Simona Marchini per la regia di Gigi Proietti, il 4 e il 5; “Melevisione in tour”, spettacolo per bambini, domenica 12; “La Cage aux Folles”, musical americano riadattato, il 18 e il 19. La stagione chiuderà a marzo, con il grande Vincenzo Salemme che interpreterà “L’astice al veleno”, commedia scritta e diretta da lui stesso.
Un programma di tutto rispetto, che conferma l’impegno di tutto il teatro. Ma l’atmosfera non è delle più rosee, come conferma la Betti: “Se il governo continuerà a tagliare fondi al Comune e alla Provincia, chissà come faremo a sopravvivere; – chiosa con preoccupazione – inoltre gli sponsor hanno abbassato lievemente i loro contribuiti a causa della recessione. Il sostegno, da parte di tutti,  è sempre più esiguo”.
Da qui parte un appello a tutti i cittadini: “Roberta ha fatto un miracolo anche stavolta, ma far vivere il Politeama dev’essere una sfida di tutti. Sarebbe bello se, per Natale, invece del panettone o di qualche regalo, la gente regalasse un biglietto per il teatro: la cultura si sovvenziona anche così!”. Ora che il teatro non può più appellarsi alle grandi risorse, si spera che si possa andare avanti grazie “al poco di molti, che può fare tanto”, come dice il consigliere Nardi.

Elia Frosini

I commenti sono chiusi.