Estra in tour fa tappa in piazza San Francesco: due giorni di iniziative per ragazzi e bambini con un occhio all’ambiente

Prosegue a Prato in piazza San Francesco (sabato 1 e domenica 2 ottobre dalle 10 alle 18) il lungo viaggio di “Estra in tour” attraverso 50 località distribuite in Toscana, Abruzzo, Molise, Marche e Umbria. Una nuova iniziativa di Estra, la società a capitale interamente pubblico attiva da più di trent’anni nel settore dei servizi di pubblica utilità, che ha preso il via a maggio.
Per essere ancora più vicina ai clienti l’azienda ha scelto la piazza, spazio simbolo dell’Italia e di ogni città e paese, ma anche  area aperta di ritrovo. Ed è nelle piazze che “Estra in tour” arriverà con tanto di furgone personalizzato, stand, iPad, gadget, giochi, materiale informativo ed esperti al seguito. Per tutta la durata della campagna itinerante che andrà avanti fino a ottobre 2011, sarà distribuito un giornale/manifesto del tour (EstraNotizie), dove, tra l’altro, vengono riportate le principali regole per ridurre i consumi di gas ed energia elettrica.
Un concetto quello del “risparmio energetico e del consumo consapevole dell’energia” che è da sempre obiettivo primario per Estra.
Nei due giorni in piazza San Francesco sono previste anche brevi lezioni (flash lesson) su come risparmiare energia con semplici gesti quotidiani dal corretto uso degli elettrodomestici, al controllo periodico degli infissi. Le flash lesson sono infatti momenti di divulgazione e di esperienza sul tema dell’energia e del suo uso consapevole: 15 minuti di consigli e informazioni utili.
L’attenzione dei cittadini nei confronti dei consumi domestici si potrà anche misurare utilizzando i due iPad a disposizione nello stand: è stato infatti ideato un gioco attraverso il quale, con  una serie di domande legate alle varie stanze e agli accessori di un’abitazione, ci si potrà mettere alla prova e scoprire se si è perfetti risparmiatori, o se la propria casa consuma troppa energia.

Un pensiero su “Estra in tour fa tappa in piazza San Francesco: due giorni di iniziative per ragazzi e bambini con un occhio all’ambiente

  1. Sembra che tutto giri intorno a questo I-Pad. I-Pad di quà, di là, insomma tutto porta a questo ‘coso’.
    Se si tratta di sensibilizzare al risparmio energetico perchè utilizzare un ‘coso’ che và ad energia ?
    Non sarebbe stato più logico utilizzare un ‘coso’ che non emetta co2 ?
    Per il resto è giusto sensibilizzare al risparmio energetico.