Giovane donna aggredita, picchiata, rapinata e sequestrata dall’ex fidanzato che voleva i soldi per saldare un debito di gioco: arrestato dai carabinieri

Notte di terrore per una giovane cinese che si è vista piombare in casa l’ex fidanzato che l’ha picchiata, rapinata e infine chiusa  chiave in camera. Tutto questo per potersi procurare il denaro necessario a saldare un debito di gioco. E’ avvenuto questa notte in una casa di via Pistoiese e per fortuna la giovane donna è riuscita a dare l’allarme, telefonando al 112. Così una pattuglia del Nucleo Radiomobile si è precipitata sul posto. I carabinieri sono riusciti così a sorprendere l’aggressore che era ancora all’interno dell’appartamento. L’uomo, un clandestino cinese di 35 anni, ha aggredito anche i militari, cercando di aprirsi una via di fuga, ma è stato bloccato e ammanettato dopo una breve colluttazione. Con sé aveva gli oggetti rapinati alla ex fidanzata: il cellulare, un orologio e circa 4mila euro in contanti. La somma, però, non era sufficiente a saldare il debito di gioco e così il 35enne si era accanito sulla ex picchiandola per farsi consegnare altro denaro. I carabinieri lo hanno quindi arrestato con le accuse di rapina, estorsione, sequestro di persona, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

I commenti sono chiusi.