Giovane donna minaccia di buttarsi dal quinto piano, i carabinieri la convincono a desistere dopo che si era spenzolata nel vuoto

Si sono vissuti momenti di assoluto terrore stamani, intorno alle 11, alle Badie. Una giovane donna di 31 anni minacciava di buttarsi dal terrazzo della sua abitazione, al quinto piano di un condominio di via Righi. La donna stava pericolosamente a sedere sulla balaustra del terrazzo, con le gambe che penzolavano fuori e sotto di lei un volo di parecchi metri. Sono stati i vicini i primi ad accorgersi di quanto stava avvenendo e subito è stato dato l’allarme. I primi ad arrivare sul posto sono stati i carabinieri di una pattuglia, che hanno subito cercato di instaurare un dialogo con la giovane, cercando di convincerla almeno a togliersi dalla pericolosa posizione in cui era. Per fortuna, nel giro di qualche minuto, la donna è sembrata tranquillizzarsi e ha messo i piedi all’interno del terrazzo, continuando però a manifestare propositi suicidi. Nel frattempo in via Righi sono arrivati anche l’ambulanza del 118 e i mezzi dei vigili del fuoco, pronti a entrare in azione con l’autoscala. Intanto i carabinieri erano saliti al quinto piano e, attraverso la porta chiusa, hanno continuato l’opera di convincimento nei confronti della donna, cercando di calmarla e di riportarla alla ragione. Finché la stessa giovane non ha aperto la porta ai militari. E’ arrivato poi il marito e i soccorritori del 118 hanno preso in consegna la 31enne per portarla in ospedale, dove è stata sottoposta alle terapie del caso. A quanto pare la giovane sta attraversando un periodo di forte depressione, conseguenza di una sindrome post partum. Stamani, quando ha cercato di uccidersi, era sola in casa.

I commenti sono chiusi.