Il Teatro La Baracca mette in piedi un cartellone ricco e coraggioso: toccherà a Carlo Monni aprire la stagione

Parte da sabato 24 settembre la nuova stagione del piccolo teatro “La Baracca”, spazio allestito in via Virginia Frosini da Maila Ermini. Anno dopo anno, questa realtà teatrale ha donato alla cittadinanza grandissime pièce, soprattutto grazie al contributo della stessa Ermini e di Gianfelice D’Accolti, che sono riusciti a sceneggiare, allestire e interpretare spettacoli pregevoli, molti dei quali a sfondo sociale, per raccontare la storia  contemporanea della nostra città.
Quest’anno 2011/2012 ci riserva molte sorprese, la prima delle quali è rappresentata proprio dal primo titolo in cartellone: sabato 25 e domenica 26 settembre (in replica il 19 e 20 novembre) ci attende il grande Carlo Monni con “Leonardo – diario intimo di un genio”, spettacolo scritto e diretto dalla Ermini e interpretato dal grande attore toscano.
Sabato 8 ottobre, con la pièce “Restiamo umani”, Elena Ferretti e Luca Privitera ci faranno toccare con mano le testimonianze dalla città di Gaza, grazie ai testi di Vittorio Arrigoni. Il 22 e 23 ottobre e il 5 e 6 novembre il teatro ospiterà “La chisciotta e Sancio Panza operaio”, con gli attori di casa Maila Ermini e Gianfelice D’accolti; sabato 12 novembre Lisetta Luchini ci delizierà con i “Canti e storie di terra toscana”.
Dopo il “Dramma intorno ai concubini di Prato” (26/11), scritto e diretto sempre dai padroni di casa, il mese di dicembre continuerà con “Gioca il giusto” (03/12), “Anito e Garibalda” (17/12) e “L’infanzia negata dei celestini” (30/12).
Il 2012 si apre il 14 e il 15 gennaio con “Antologia del Bisenzio”, una sorta di antologia di Spoon River in chiave pratese, di e con Maila Ermini e Gianfelice D’accolti; il 21 gennaio Ettore Toscano ci presenterà “Verso…Luzi”, omaggio al poeta Mario Luzi, mentre il 28 gennaio “Il pagliaccio degli schiaffi” di Antonio Tassinari ci guiderà verso meditazioni blasfeme dalle liriche di Leon Felipe.
“Nel nome mio” (11/02), “La zia di Cassano” (25-26/02) e “Matilda” (17-18/03) saranno gli ultimi spettacoli previsti, con un’incognita: la pièce “Prato nel Sacco”(la data è ancora da definire), ci catapulterà in un evento storico tristemente famoso per la nostra città, il sacco del 1512.
Teatro non solo per adulti, ma anche per bambini e famiglie: sono tanti gli spettacoli in ponte, con protagonisti vecchi e nuovi: ritroveremo “Pagliaccia secca” e il “baco Gigi”, ma assisteremo anche a nuove avventure di protagonisti mai visti prima. Un bel cartellone, per la soddisfazione di grandi e piccini: un segnale forte dell’amore di Prato e dei pratesi per il teatro e per la nostra tradizione. Tutti gli spettacoli sono alle ore 21 al Teatro “La Baracca” di via Virginia Frosini 8; ingresso 10 euro, con riduzione a 6 euro per ragazzi e famiglie.

Elia Frosini

Un pensiero su “Il Teatro La Baracca mette in piedi un cartellone ricco e coraggioso: toccherà a Carlo Monni aprire la stagione