Lavavetri molesto al semaforo: insulti e minacce agli automobilisti, deve intervenire la polizia

E’ dovuta intervenire la Volante per riportare a più miti consigli il lavavetri che ieri pomeriggio stazionava al semaforo tra via Orti del Pero e via Colombo. L’uomo, un rumeno di 30 anni in Italia senza fissa dimora, si rivolgeva sistematicamente con modi arroganti e minacciosi agli automobilisti fermi in attesa del verde, cercando di imporre i suoi servigi. Al punto che più di uno, impauriti, ha composto il 113 chiedendo l’intervento della polizia. Sul posto è così arrivata una pattuglia della Volante ma il rumeno, invece di calmarsi, ha proseguito con il suo atteggiamento anche nei confronti dei poliziotti finché questi non hanno deciso di prenderlo e  portarlo in questura. Qui lo straniero è stato identificato e poi denunciato per il reato di oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.

11 pensieri su “Lavavetri molesto al semaforo: insulti e minacce agli automobilisti, deve intervenire la polizia

  1. Perchè sa che in Italia possono fare quello che vogliono.
    La ” giustizia” è inesistente , per coloro che non hanno niente da perdere.

  2. Questo tizio già da tempo albergava al semaforo della tangenziale con via galcianese, adesso chiuso quel semaforo, si è spostato al semaforo descritto nell’articolo, persona arrogante da buon codardo se la prende molto con le donne e con gli anziani, in un paese civile, sarebbe già al fresco non prima di avergli dato una buona razione di legnate per calmargli i bollenti spiriti…..comunque oggi lui non era al semaforo, in compenso c’erano i suoi soci, una zingara e uno zingaro e domani è facile di ritrovarlo ancora li….questa è l’italia.

  3. i veri rumeni lavorano come sapiamo nei cantieri (i zingari non si vedranno mai a lavorare anche se sono chiamati pure loro rumeni che vergogna)da come sono vestite non sembrano rumeni ma indiani.sono sicuro che anche in romania devono dare tanto fastidio.vogliamo una legge piu’ dura in italia.

  4. una legge piu’ dura finirebbe per sostituire il semaforo con una rotonda.

    (noir desir, l’europe)

  5. Andrebbe fatto un intervento ‘mirato’ agli arti di questo individuo arrogante, in modo che almeno non può più operare in questa sua attività che è anche vietata e sopratutto infastidisce ;-)

  6. se è quello che penso, un giorno per poco non gli metto le mani addosso dopo esser sceso dalla macchina (correva più veloce di bolt, quel codardo). è d’un’arroganza unica e colpì la mia auto col bastone solo perché gli dissi di no al lavaggio del vetro
    un’altra volta gli chiusi le mani col finestrino. così impara a metter le mani dove non deve

  7. purtroppo ci sono troppe associazioni che li sfamano e li proteggono stanno troppo bene quì…..in italia è un paradiso x chi non ha niente da perdere.
    Una bella scarica di legnate e via dall’italia