Cacciatore uccide un falco e tre fringuelli nei boschi di Cantagallo: sorpreso dalla polizia provinciale

Aveva abbattuto un falco e tre fringuelli, ma ora un cacciatore pistoiese rischia gravi sanzioni. L’uomo è stato sorpreso durante un intervento della polizia provinciale a tutela della fauna selvatica che è stato portato a termine nei giorni scorsi in località Monte Scalette, nel comune di Cantagallo, in un’area interessata dal “passo” degli uccelli che in questo periodo migrano verso le zone di svernamento. Il servizio predisposto fin dalle prime luci dell’alba dal corpo provinciale ha permesso di sorprendere un cacciatore che abbatteva un falco (gheppio), specie particolarmente protetta, e tre fringuelli, specie vietate, con un fucile da caccia che risultava non regolare.
Il cacciatore, residente in provincia di Pistoia, è stato denunciato alla Procura per i reati di uccisione di fauna particolarmente protetta e con mezzi non consentiti, e sanzionato per alcune violazioni amministrative. Adesso, in base alla legge nazionale sulla caccia, rischia per il solo abbattimento del falco, l’arresto da due a otto mesi o un ammenda che può arrivare fino a 2.065 euro, nonché la sospensione della licenza di caccia da 1 a 3 anni.
La polizia provinciale nel far presente che intensificherà i controlli a tutela della fauna selvatica protetta, specialmente in questo periodo di attività venatoria, sia con proprio personale, sia coordinando la vigilanza volontaria, ricorda la propria disponibilità a fornire informazioni e ricevere richieste o segnalazioni attraverso il numero di telefono 337-317977 o il sito internet della Provincia di Prato.

2 pensieri su “Cacciatore uccide un falco e tre fringuelli nei boschi di Cantagallo: sorpreso dalla polizia provinciale

  1. spero gli facciano un c… come un cesto, impotente imbecille montato. ma stessero a casa ?