Cantagallo, rubinetti a secco per numerose famiglie tra Migliana e Usella

Rubinetti a secco in Val di Bisenzio. Oltre al problema ormai cronico che da mesi affligge alcune famiglie di Migliana, oggi problemi si sono verificati anche per chi abita vicino alla chiesa di Usella. Il tutto mentre monta la protesta sia nei confronti del Comune di Cantagallo sia nei confronti di Publiacqua.
A Migliana la mancanza di acqua da luglio affligge chi vive in via Le case di sotto e in località Olmo. A quanto pare il problema non è provocato da un guasto o da una perdita. Semplicemente il pozzo è vuoto e in questi mesi nessuno è stato in grado di risolvere il problema. Tra l’altro in zona ci sono famiglie con bambini piccoli e altre con anziani. I residenti si sono rivolti al sindaco Ilaria Bugetti che ha sollecitato l’intervento di Publiacqua. Al momento, però, l’unica soluzione trovata è stata quella di incaricare una ditta esterna che ogni giorno fa 4-5 viaggi con le cisterne per riempire il pozzo. Un palliativo che non risolve però il problema della carenza di acqua nelle case.
E rubinetti a secco, dalle 11 di oggi, anche nelle abitazioni che sorgono vicino alla chiesa di Usella.  Anche in questo caso è stato chiesto l’intervento di Publiacqua che ha mandato i tecnici a verificare il pozzo di Codilupo, che è quello che serve le case interessate dal problema.

I commenti sono chiusi.