Disservizi nella consegna dei farmaci a domicilio, un’anziana di Cantagallo da 15 giorni non riceve nemmeno le medicine salvavita

Problemi in Val di Bisenzio per la consegna dei farmaci a domicilio. A denunciare la situazione è il nipote di una anziana di 85 anni che abita a Cantagallo. “Mia nonna – racconta – è da circa 15 giorni che non riceve più i farmaci a domicilio. Tra l’altro ci sono anche dei medicinali salvavita. Una situazione questa che non si era mai verificata in passato, quando il servizio era svolto dalle associazioni del territorio”.
Adesso, invece, il servizio è stato appaltato ad una società di fuori provincia, così può capitare anche che il personale incaricato delle consegna abbia difficoltà a trovare alcune località, soprattutto quelle sparse in Vallata. A quanto pare il problema denunciato dalla signora di Cantagallo non sarebbe comunque isolato. Altri anziani, che abitano a Prato e a Carmignano, avrebbe lamentato lo stesso tipo di disservizio. Come si ricorderà, l’Asl ha dovuto cambiare il tipo di affidamento in base alle nuove normative. All’epoca ci furono molte proteste da parte delle associazioni di volontariato, che fino ad allora avevano garantito il servizio.

2 pensieri su “Disservizi nella consegna dei farmaci a domicilio, un’anziana di Cantagallo da 15 giorni non riceve nemmeno le medicine salvavita

  1. siamo nell’epopea dei berluschini…. chissenefrega del prossimo, del disservizio che rechi al “suddito”, l’importante è dare “lavor” agli amici degli amici nonchè alle “veline” purchè a spese degli italiani…
    almeno una volta c’era la dignità di far pagare “di più del dovuto” un servizio, ma cmq di affidarlo a qualcuno che veramente lo svolgesse, specialmente in queste cose….
    speriamo che questi amministratori pubblci che fanno di queste nefandezze muoiano loro ed i lori cari, tra atroci sofferenze e per lunghissimo tempo in modo che siano anche costretti a spendere tuttle le tangenti che hano incassato!