Doppio appuntamento con Malaparte oggi alla biblioteca Lazzerini: si presentano due volumi dedicati al “maledetto toscano”

Curzio Malaparte

Si rinnova l’appuntamento dedicato alla critica malapartiana con un nuovo evento che intende mettere in luce aspetti significativi e spesso inediti dell’opera e della vita del nostro “maledetto toscano”, tra gli interpreti più singolari del Ventesimo secolo.

“Il Novecento di Malaparte”: questo il titolo dell’iniziativa promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Prato e dalla Biblioteca comunale Lazzerini che si terrà oggi pomeriggio, sabato 29 ottobre, alle 17.30 nella Sala Conferenze “R. Berti” della Biblioteca (Via Puccetti, 3). Un’occasione speciale per esplorare nuovi orizzonti sul grande scrittore e intellettuale pratese con la presentazione delle ultime pubblicazioni a lui dedicate: “Malaparte scrittore di guerra”, il volume di Enzo R. Laforgia, e “Malaparte, vies et légendes”, l’ultimo libro di Maurizio Serra.
A dare avvio all’incontro sarà il giornalista Umberto Cecchi, che illustrerà il nuovo interessante contributo a firma di Enzo R. Laforgia, autore di un altro volume su Curzio Malaparte dal titolo “Viaggio in Etiopia e altri scritti africani”, pubblicato nel 2006. Nel suo nuovo saggio, edito da Vallecchi, Laforgia ricostruisce, alla luce di numerose fonti archivistiche, l’attività del Malaparte corrispondente di guerra tra il 1940 e il 1943 e gli esiti editoriali di questa sua esperienza che lo vide inseguire il dilagare del conflitto, nella duplice veste del combattente e del giornalista. Un libro fondamentale, da cui emerge il ritratto di un Malaparte scrittore-giornalista che seppe raccontare come pochissimi altri suoi contemporanei la tragedia della guerra totale, essendo attore e testimone d’eccezione.
Se il volume di Laforgia approfondisce l’aspetto del Malaparte scrittore di guerra, “Malaparte, vies et légendes” di Maurizio Serra accende i riflettori sull’intera avventura esistenziale di Malaparte, uomo, scrittore e personaggio. Sarà François Livi, uno dei massimi esperti dell’opera malapartiana e docente di Letteratura e Cultura Italiana all’Università La Sorbonne di Parigi, a presentare quest’opera che tanto successo ha riscosso in Francia aggiudicandosi il Premio Goncourt 2011. Si tratta della biografia più ampia e documentata che sia mai stata dedicata a Curzio Malaparte, e scritta espressamente per il pubblico francese da Serra, attualmente ambasciatore d’Italia all’Unesco. Pubblicato dalla casa editrice Grasset, il volume ripercorre la vita dell’autore di “Kaputt” e “La pelle”, partendo spesso da documenti inediti e sgombrando il campo dagli stereotipi che hanno a lungo ostacolato la comprensione della sua opera e della sua figura. Una biografia tutta nuova non ancora tradotta in Italia, un’operazione culturale fuori dal comune, che in quasi 650 pagine propone una visione dell’arcitaliano per eccellenza, come di un uomo di “respiro autenticamente internazionale”.

2 pensieri su “Doppio appuntamento con Malaparte oggi alla biblioteca Lazzerini: si presentano due volumi dedicati al “maledetto toscano”