Gioco d’azzardo on line nel circolo privato, denunciati due italiani e un cinese dopo il blitz della polizia

Due pratesi di 32 e 62 anni sono stati denunciati, insieme a un cinese di 32 anni, dopo un blitz della polizia all’interno di un circolo privato di via Che Guevara dove si giocava di azzardo. I due denunciati sono rispettivamente il presidente del circolo e un suo collaboratore, che dovranno rispondere di avere attivato postazioni internet senza licenza del questore, in questo modo agevolando il gioco d’azzardo a mezzo di apparecchi telematici. Il cliente cinese, invece, è stato sorpreso mentre stava materialmente giocando ad uno di questi computer ed è stato quindi denunciato per partecipazione al gioco d’azzardo.
Il controllo è stato effettuato ieri sera dalla squadra operativa della Divisione amministrativa della questura. I poliziotti hanno aspettato che la porta del circolo, chiusa a chiave, venisse aperta per fare entrare un cliente e hanno fatto irruzione. In quel momento c’erano nove persone all’interno del locale ma sola una, il cinese appunto, era intenta a giocare. In tutto le postazioni internet erano 8 delle quali 5 collegati a vari siti per il gioco on line. I computer erano tutti privi del logo Aams e quindi sprovvisti di concessione. Sono stati sequestrati anche più di 3mila euro rinvenuti nel bancone della reception e versati dagli utenti per caricare i loro conti nel gioco.

I commenti sono chiusi.