Giovanni Luchetti e altri due professionisti pratesi coinvolti nell’inchiesta sui finanziamenti al Giornale della Toscana di Verdini

Giovanni Luchetti

Ci sono anche tre pratesi fra i 25 indagati dalla Procura di Firenze nell’ambito dell’inchiesta sui finanziamenti pubblici alle società editrici del Giornale della Toscana e di Metropoli. Si tratta di Giovanni Luchetti, consigliere provinciale del Pdl e presidente di Sori, dell’altro commercialista Stefano Conti e del ragioniere Gianluca Lucarelli, tutti e tre sindaci revisori della cooperativa Nuova Editoriale, che possiede il 51% della Società Toscana edizioni, editrice appunto dell’edizione fiorentina de Il Giornale.

Secondo la procura e gli investigatori del Ros di Firenze e del nucleo di polizia valutaria della guardia di finanza di Roma, gli indagati, fra cui il coordinatore nazionale del Pdl Denis Verdini, avrebbero creato una cooperativa ad hoc ma fittizia, la Nuova Editoriale, per farle acquistare il 51% della Società Toscana edizioni. Tutto ciò al solo scopo di avere i requisiti previsti dalla legge per ottenere i finanziamenti pubblici, calcolati in 27 milioni negli ultimi 10 anni, fra il quotidiano e il settimanale.
Secondo l’accusa, che procede per truffa aggravata ai danni dello Stato, ad eccezione di due persone – le quali erano già dipendenti della Società Toscana Edizioni – nessuno dei soci ha mai lavorato per la cooperativa. Di parere opposto l’avvocato Marco Rocchi, il legale di Verdini, che parla di un equivoco. Secondo la difesa la Nuova editoriale essendo una cooperativa editoriale, non avrebbe bisogno di avere soci lavoratori. Agli indagati sono stati sequestrati beni per oltre 10 milioni di euro. Giovanni Luchetti per il momento preferisce non commentare. Riccardo Mazzoni, storico direttore del Giornale e oggi a capo del settore editoriale, parla di una “persecuzione nei confronti di Denis Verdini, che rischia di far perdere il lavoro a 25 persone tra giornalisti e poligrafici”.

3 pensieri su “Giovanni Luchetti e altri due professionisti pratesi coinvolti nell’inchiesta sui finanziamenti al Giornale della Toscana di Verdini

  1. Beh, l’articolo è chiaro di per sé, io non saprei cosa aggiungere. Per quanto riguarda le polemiche destra vs sinistra, le lascio volentieri ad altri.

  2. E’ tutta una montatura sei cumunisti cribbio!
    Verdini persona onestissima è, baciamo le mani!