Il Prato domani in campo per il turno infrasettimanale: al Lungobisenzio arriva il Latina con i biancazzurri obbligati a vincere

Vincere facendo bel gioco. E’ il massimo che esista nel calcio. Se poi si vince senza giocare bene, pazienza, sono i punti che contano alla fine. Ma se giochi bene e perdi le sconfitte bruciano di più. Ne sa qualcosa il Prato che, pur giocando bene, pur creando occasioni da gol, finisce per tornare spesso a casa senza punti. Il caso di Andria è solo l’ultimo episodio. Troppe disattenzioni difensive e poca concretezza sotto porta. In sintesi sono questi i due principali problemi per il Prato, che ha segnato solo due gol su azione in 6 partite.La squadra macina gioco, ma poi al momento di buttarla dentro cominciano i problemi.
Ma non c’è tempo per fermarsi a riflettere, perchè domani si torna in campo per il turno infrasettimanale. Al Lungobisenzio, con inizio alle 20,30, arriva il Latina. Esposito non  avrà Pesenti, out per noie muscolari, e Manucci, febbricitante. Considerato che domenica il Prato dovrà giocare un’altra partita, si prevede un po’ di turn over. In difesa potrebbe ritrovare una maglia da titolare Sacenti come terzino destro, mentre davanti dovrebbe esserci spazio dall’inizio per Alberti, con Basilico in rampa di lancio.
“Il motivo trainante di domani – ha spiegato il tecnico Vincenzo Esposito – sarà la frustrazione, di aver fatto una buona prestazione contro l’Andria, ma di non essere riusciti a fare punti. Per questo ci vorrà tutta la rabbia sportiva e la voglia di vincere necessaria. Dobbiamo fare il salto di spessore caratteriale – ha continuato Esposito – Questo significa che i ragazzi devono essere determinati e determinanti, sia nelle situazioni difensive, che offensive, perché sono quelle che stanno decidendo il nostro campionato. Penso inoltre che un giocatore come Pisanu ci possa dare una mano da questo punto di vista”.
Intanto il gruppo ultras Wild kaos, nonostante i risultati non brillanti, ribadisce il suo sostegno alla squadra. “Non saranno le sconfitte a farci perdere la passione” dicono i tifosi.
Il Comune ha invece disposto, proprio per la partita, il divieto di transito e sosta dalle 15.30 fino al termine della gara in via Firenze nel tratto compreso tra il Ponte alla Vittoria e via  Giorgi.

I commenti sono chiusi.