Imbiancatura muri di via Pistoiese, un gruppo di cinesi ha proseguito l’opera iniziata dai volontari di Prato Libera e sicura: “Ottimo segnale”

Sabato mattina si sono armati di vernice e pennelli per imbiancare i muri di via Pistoiese riempiti dalle scritte e dai tazebao cinesi. Stasera gli esponenti di Prato Libera e sicura sono tornati a vedere la situazione e, con non poca sorpresa, hanno scoperto che il loro gesto aveva subito trovato degli imitatori all’interno della comunità cinese. “Ecco i primi segnali di integrazione che Prato Libera e Sicura è riuscita ad ottenere – si legge in una nota della lista civica -. Girando per via Pistoiese stasera oltre che qualche scritta che ricompare sopra l’imbiancatura fatta sabato mattina, ci siamo accorti che in via Nino Rota un gruppo di cinesi si è messo ad imbiancare la facciata che era rimasta ancora piena di scritte. Che soddisfazione!! Anche se piccolo noi lo riteniamo un significativo punto di partenza.Speriamo che sia il primo ma non ultimo indizio che qualcosa sta cambiando”.

20 pensieri su “Imbiancatura muri di via Pistoiese, un gruppo di cinesi ha proseguito l’opera iniziata dai volontari di Prato Libera e sicura: “Ottimo segnale”

  1. Caro fidelio e Mister Benny, eccovi la riprova che i vostri commenti su questo sito sono insulsi e privi di logica.
    Continuate pure a rosicare, senza palle che non siete altri

  2. Caro Enrico,
    premesso che non rosico, nei miei interventi ho sempre posto l’incompetenza e l’incapacità di Milone come assessore all’insicurezza, considerato che la sicurezza a Prato da quando c’è lui è peggiorata, sotto tutti i profili.
    Milone, pensa solo ad ingrassare le sue vacche, quando ingrasserà anche quelle del popolo, allora possiamo discutere.
    Inoltre, credo che a pulire i muri di via Rota siano stati questi deboli personaggi che fanno parte di questa famigerata associazione Libera e Insicura, e Milone sicuramente, travestito da cinese ( perchè è molto astuto)insieme a quel traditore di Auzzi ( che si dovrebbe vergognare), ha partecipato anche lui all’imbiancatura dei muri.
    Ecco, penso che Milone è molto bravo a fare l’imbianchino, quindi quando il PDL lo caccerà via ( speriamo presto)da assessore avrà il lavoro assicurato.

  3. Si e sai è migliorata di molto quando c’era il Carlesi.
    Come può Milone (anzi sarebbe più corretto dire le forze dell’ordine) anticipare un omicidio??
    Dai illuminaci benny

  4. Leggendo l’intervento del comico Mister Benny, devo constatare che ha pienamente ragione, poichè Milone è più efficace come imbianchino che come assessore alla sicurezza.
    I problemi legati alla comunità cinese c’erano prima, ci sono adesso e ci saranno perchè tutti gli interventi di Milone non hanno sortito nessuno effetto, tranne quello mediatico.
    Provate a chiedere a quei cittadini che hanno avuto problemi di convivenza nei condomini con i cinesi se Milone è stato in grado di risolverli.
    Tanto come imbianchino, se sbaglia a dare una mano, fa la seconda, mentre sulla sicurezza è difficile recuperare i danni da lui provocati.

  5. Per vedere il buongiorno dal mattino
    non basta coprir le scritte con una manino!
    Ma lo sappiamo siamo buoni e cortesi
    con tutti ed anche coi cinesi.
    Non voglio dire che queste siano “bischerate”
    ma per favore non ci annoiate!

  6. I danni da lui provocati??? Mi sembra che sia assessore alla sicurezza da circa 3 anni mentre per gli antecedenti 60 di anni l’assessore alla sicurezza siano stati altri e di sicuro di altro colore politico…a loro bisognerebbe dire grazie…Milone come altri di questa giunta stanno provando a “rimediare” ma non è facile risanare un tessuto sociale che ormai da anni si è radicato nel territorio pratese sguazzando nell’illegalità e nel non rispetto della civile convivenza con i cittadini pratesi…
    Il problema andava affrontato alla radice ma al tempo facevano comodo agli industriali e ai proprietari di appartamenti che grazie a loro campavano e campano con i loro pagamenti (tutti proventi da fonti legali immagino…)
    Quindi smettiamola con polemiche e facili ipocrisie, se qualcuno cerca, tenta di fare qualcosa per questa ns citta indipendentemente dal colore politico a cui appartiene cerchiamo di rendergli atto dei buoni propositi che con la legge vigente cerca di raggiungere.

  7. Ripeto per pulire le scritte bastava un’ordinanza del sindaco sig:Cenni, l’iniziativa di Prato libera & sicura è una totale, immensa, fantasmagorica, inutile bischerata, tranne che per i polli come voi che vedono in questa giunta, in questo assessore alla sicurezza e in queste iniziative la soluzione del problema cinesi, che ribadisco va scardinato alla radice e questo si fa coinvolgendo tutto il tessuto produttivo pratese.
    Se le mie e altre argomentazioni vi sembrano prive di logica, mi porti lei sig.Enrico B. una qualsiasi ragione per cui noi che sbagliamo dobbiamo ritenere logiche certe iniziative.
    Io mai rosicato per niente e nessuno, figuriamoci per dei pagliacci come lei che offendono senza motivo alcuno, poi un giorno si peseranno sulla bascula dei risultati le vostre e le nostre “parti anatomiche” vedremo chi ne uscirà vincitore……ma forse un vincitore già c’è,……quello che ha venduto tinta e pennelli.

  8. @ Wprato: dove hai vissuto fin’ora?
    Vai a rileggerti la storia politica di superaldone mi(nchio)lone, potresti rimanere sorpreso!

  9. @ indignato
    si infatti la sua storia politica dice che fino all’altro ieri era di colore politico diverso e nn per questo lo ammiro, ma anzi lo ammiro quando nell’ultima giunta si e dimesso per la dura politica sprezzante di contrasto all’illegalita messa in atto dalle precedenti giunte con lui assessore. Forse sei te che non ti rendi conto che la Prato di adesso è il risultato della politica fallimentare durata oltre 50 anni che da tanto che è stata costruttiva e positiva per la città ha permesso al centro destra di vincere in una citta storicamente “rossa” come Prato.

  10. Si, certo, invece i pratesi sono stai solo testimoni impotenti del declino della città vero?
    Troppo facile così!

  11. Anche i muri del centro storico sono da pulire (palazzi storici e monumenti), le scritte (volgarità) sono in lingua italiana. Mi domando se è la solita cosa per voi.

  12. Caro Wprato,
    la questione del fallimento di una politica sulla sicurezza, è dovuta dall’incompetenza di Milone, il quale non riesce a rendersi conto della grave situazione che Prato sta vivendo.
    L’Ordine Pubblico dipende dalla Prefettura e dalla Questura e non da Milone, la vera e drammatica questione è che questo signore si pontifica da solo, facendo terra bruciata intorno a quel personaggio che il sindaco fantasma, che gli ha concesso di sedersi su una remunerata poltrona, senza dare nulla in cambio, tranne il fallimento di una politica costruita mediaticamente senza nessuna speranza per la martoriata Prato.
    Milone quando era nel centrosinistra ( a quanto risulta lo difendeva solo un altro discutibile personaggio, un tale dell’Ovest, che oggi li vede contrapposti con accuse e controaccuse),dove avevano capito i limiti di questo personaggio, che pensava solo a se stesso senza guardare gli interessi dei cittadini e Milone da ex democristiano le parole dette da Moro gli calzano a pennello: diceva…”Chi pensa alla propria bottega, vede l’albero e non la foresta, antepone i propri interessi e le proprie ambizioni alla salvezza del paese”.., ecco questo è Milone uno che pensa solo ai suoi interessi e non quelli di una città diventata violenta e inospitale.
    Il PDl cosa fa?

  13. Mio Dio che polverone!
    Quanti temi s’intrecciano, si mischiano fino a creare una matassa inestricabile.
    La prima differenziazione va fatta tra ciò che è illecito e ciò che è illegale.

    Scrivere sui muri di per se’, gettare la spazzatura dove capita, accettare e favorire pagamenti e transazioni ” a nero “, sputare per terra, lavorare a tariffe assurdamente basse e mille altri fatti ancora: elementi che, per quanto disdicevoli, riprovevoli, in una parola, brutti, non hanno rilevanza penale. Si fa una multa a chi tiene pesce a essiccare fuori dalla finestra, ma non si chiamano i carabinieri.
    E sotto quest’aspetto, se non altro una sottovalutazione del problema da parte delle giunte di centrosinistra v’è stato. Nel 1992-1993 certi comportamenti erano accolti se non con il sorriso senz’altro con gli occhi socchiusi.
    Ben altro discorso omicidi, scippi, spacci e similia. Si può incolpare la sinistra di aver creato o aiutato a creare un terreno fertile a certe situazioni, ma non la si può icolpare di tutto.
    E’ in primis il legislatore e lo Stato in quanto depositario di forza e poteri di controllo che deve pensare alcontrollo e alla repressione.

    Questo è l’aspetto ” legale “.

    Su quello sociologico, preferirei non addentrarmici.

    Saluti Hobbit

  14. Ma da quanti anni questa citta’ è diventata violenta e inospitale?Da 3 anni? Siamo obiettivi…ma la soluzione…sarebbe?

    Non sono per santificare ne per osannare Milone o chi per lui (tra l’altro non mi sta neanche simpatico…parere personale), sta cercando con controlli interforze nelle aziende di smuovere qualcosa, e se ci riesce bene per noi…solo che il problema è grosso e profondo…

    E ripeto la soluzione sarebbe?

  15. Il mio pensiero forse, anzi sicuramente espresso peggio mi trova in pena sintonia con Hobbit..

  16. Non c’è limite alle baggianate scritte dai sinistri…..dopo aver ridotto prato una pattumiera maleodorante, adesso che per fortuna siete all’opposizione, avete ancora il coraggio di parlare e di criticare…..sotterratevi.

  17. primero, bevi meno pampero.
    Se non hai argomenti per la discussione taci invece di offendere, che le offese definiscono chi le fa piuttosto che chi le subisce.

  18. Gli argomenti li ho eccome…..le mie non sono offese, sono dati di fatto, prato ridotta in 15 anni di cattiva amministrazione, in un letamaio a cielo aperto, e adesso se qualcuno cerca in mezzo a mille difficoltà a mettere mano allo sciempio causato dalla vostra cecità….avete anche il coraggio di criticare, siete ridicoli e a dir poco penosi.