In fin di vita invalido di 64 anni, avvolto dalle fiamme scaturite dalla bombola d’ossigeno cui era attaccato

Un invalido di 64 anni è rimasto gravemente ustionato nel pomeriggio di oggi in un incendio che ha avuto origine dalla bombola dell’ossigeno a cui l’uomo era attaccato. Probabilmente lo scoppio e il conseguente rogo sono stati innescati da una sigaretta che l’invalido stava fumando. E’ accaduto intorno alle 15.30 di oggi in un’appartamento in via Attilio Spano 37. La vittima si chiama Paolo Marcello Marcelli e ha 64 anni. Adesso si trova ricoverato al Centro grandi ustionati di Pisa con ustioni di secondo e terzo grado sul 60% del corpo. Le sue condizioni sono molto gravi. A dare l’allarme è stato un vicino di casa, richiamato dalle urla della badante dello sfortunato anziano. Le fiamme avevano avvolto completamente il letto e la poltrona nella camera dell’uomo, che è stato investito in pieno. Sul posto è subito intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del sistaccamento di Montemurlo, subito seguito da un mezzo del 118. I sanitari, viste le condizioni del ferito, hanno deciso di portarlo subito in ambulanza a Pisa. Ancora presto per dire con precisione cosa abbia innescato le fiamme. La stessa vittima, che nonostante le gravi ferite era cosciente, avrebbe comunque ammeso che stava fumando quando all’improvviso c’è stato lo scoppio e la fiammata. Fondamentale l’intervento dei vicini di casa che, prima ancora dell’arrivo dei soccorsi, sono riusciti a spegnere il fuoco addosso al malcapitato 64enne, le sui condizioni restano comunque molto gravi.

I commenti sono chiusi.