Pallamano, doppio ko per le nostre formazioni: Ambra sconfitta a Bolzano, Prato ko in casa

Sabato da dimenticare per le formazioni pratesi impegnate nei campionatti di pallamano. Sia l’Ambra sia la Pallamano Prato sono state infatti sconfitte, anche se entrambe erano chiamate a compiti molto difficili contro avversari tra i più temibili.
AMBRA – Nella terza giornata del massimo campionato di pallamano, l’Ambra Poggio a Caiano è stata sconfitta dalla capolista Bolzano per 33-25. I poggesi non riescono dunque a sovvertire il pronostico e subiscono la loro seconda battuta d’arresto consecutiva. Nessun dramma, però, per Morlacco e compagni, saliti oltretutto in Alto Adige senza gli infortunati Buffa e Carmignani. Nella pr ossima giornata l’Ambra sarà ancora in trasferta, sempre in Alto Adige, avversario il Bressanone.
PRATO – Si sapeva che il debutto del Prato nella nuova serie A2 sarebbe stato durissimo. E il responso dal campo ha confermato le sensazioni della vigilia. Niente da fare dunque, anche perché l’Apuania Farmigea ha dato proprio la sensazione di essere pronta per un torneo di vertice. Il primo gol stagionale lo firma Fondelli (schierato in attacco al posto di Patrizio Gori), recuperato per il vernissage all’Estra Forum. L’Apuania parte forte e va sul 5-1 dopo 300″, tanto che Cavicchiolo è costretto subito a chiedere time-out. Gli urli di Cavicchiolo scuotono i lanieri, che al 10′ sfiorano il pareggio con una traversa di Altieri (4-5). Ma il Carrara reagisce subito, portandosi sul 5-9 al 16′ e sul 6-11 al 23′. Il Prato si lascia innervosire da qualche decisione arbitrale poco convincente e favorevole agli ospiti e termina la prima frazione sotto di cinque (8-13) e con due rigori sbagliati nel finale. Nella ripresa, non cambia lo spartito. L’Apuania allunga (10-16 al 6′) con i gol di Fernandez, Andreini e Cascone e le parate di Christian Turini. La squadra di Caviccchiolo ha il merito di non demordere e nonostante l’espulsione di Borgi per somma di due-minuti (13’38″) tiene bene il campo, sbagliando pero’ troppo in attacco. L’assenza del capitano e di conseguenza la disponibilità di un cambio in meno alla lunga costano caro al Prato. Rosso diretto a Fernandez per un brutto fallo a 9′ dalla fine (chiude con 8 gol) e a Mazzi un minuto dopo per proteste (terzo due-minuti per lui). Il finale è troppo frammentato a causa dell’indecisa direzione di gara dei due arbitri (insufficienti entrambi e poco in sintonia tra loro) che genera solo nervosismo. Finisce con i gol di Frank che incrementa negli ultimi dieci minuti di gioco il suo bottino personale. Finisce 25-29 per gli ospiti.
PALLAMANO PRATO: Bugiani, Gori L.; Borgi 2, Carpini 2, Ciotoli, Dolfi 5, Fondelli 2, Gori P., Moro 2, Meoni 5, Stefanelli, Viviani, Aiazzi 2, Altieri 5. Coach: Cavicchiolo.

I commenti sono chiusi.