Prorogato di un mese il sondaggio sui pratesi illustri, Suor Rosa Caterina continua a guidare davanti a Curzio Malaparte

Il sondaggio on line per designare il personaggio pratese più rappresentativo degli ultimi 150 anni è stato prorogato di un mese. I cittadini potranno quindi esprimere le loro preferenze sul sito www.150.comune.prato.it fino al 30 novembre. L’iniziativa, promossa dall’assessorato alla cultura, ha avuto e continua ad avere un lusinghiero successo: in settembre si sono registrati quasi diecimila nuovi accessi ed il totale degli accessi al sito ha raggiunto e superato i 110 mila.
Ai primi posti della classifica troviamo ancora suor Rosa Caterina, madre superiora del convento delle suore domenicane di Iolo, seguita a breve distanza da Curzio Malaparte e Gaetano Bresci. Gli esiti appaiono tuttavia ancora incerti e la scadenza posticipata alla fine di novembre renderà senz’altro più avvincente il confronto. C’è da ricordare che nel sito www.150.comune.prato.it si possono consultare le schede biografiche di sessanta pratesi, protagonisti della storia della città nei vari ambiti – l’economia, la cultura, la scuola, ecc. – tra i quali scegliere il più meritevole di essere ricordato. “Il sondaggio on line  – spiega l’assessore alla cultura Anna Beltrame – è un modo originale e partecipativo di celebrare l’Unità d’Italia, valorizzando figure da tanti ignorate o dimenticate. Grazie al contributo di chi ci ha aiutato a preparare le schede e alle segnalazioni dei cittadini abbiamo creato una sorta di ‘Wikipedia’ sui personaggi della città che sarà consultabile, soprattutto dai ragazzi, anche dopo l’anniversario dei 150 anni dell’Unità nazionale. Gli oltre 110mila accessi al sito sono già un ottimo risultato”.
Sul sito del sondaggio sono stati intanto pubblicati  i nomi dei cinquanta vincitori del mese di settembre, cui verrà donato il libro “Politeama Pratese – Vita, sorte e miracoli”, di Olga Mugnaini e Manuela Critelli, che racconta anche con il supporto di splendide foto la rinascita del teatro di via Garibaldi così amato dai pratesi. I premi si possono ritirare nella sede dell’assessorato alla cultura (via Santa Caterina 17, secondo piano) dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13. Tra i votanti del mese di ottobre verranno estratti cinquanta vincitori, che avranno invece in premio il catalogo della mostra fotografica “Le belle energie – Passione e sentimento sul palcoscenico”, con le immagini degli spettacoli teatrali rappresentati al teatro Metastasio, nel periodo tra il 1968 e il 1982. La mostra è in corso di svolgimento nel foyer del teatro Metastasio, negli spazi espositivi del Cassero medievale e nella saletta Valentini, in via Ricasoli: un’occasione per rivivere le stagioni d’oro del nostro teatro.

7 pensieri su “Prorogato di un mese il sondaggio sui pratesi illustri, Suor Rosa Caterina continua a guidare davanti a Curzio Malaparte

  1. Questo’sondaggio’non mi convince. Con rispetto per la monaca in testa alla classifica, e’ chiaro che vi sono in atto votazioni’orchestrate’ E’ assurdo dare credibilita a un risultato che vede Malaparte dopo la religiosa,che,ovviamente la maggioranza dei pratesi non conosce per niente…
    Del resto nell’elenco redatto dall’assessorato figurano diverse
    oneste persone che di ‘illustre’ hanno ben poco.Siamo seri,ragazzi!

  2. Madre Rosa è stata una persona che ha speso tutta la vita a fare del bene agli altri ed è morta relativamente di recente. Quindi tante, ma veramente tante persone, in Italia e all’estero le sono grate e probabilmente si sentono di ringraziarla votando questo sondaggio. Trovo che sia una bella cosa e non ci vedo niente di strano o di orchestrato.

  3. guarda io è il terzo mese consecutivo che vinco un libro votando al concorso…un po’ strano viste le probabilità statistiche…a meno che a votare non siano davvero pochissime persone…a questo punto bastano pochi ciellini per far vincere una suora…cercate di votare il più possibile per portare in prima posizione il bresci o il malaparte

  4. Sarebbe effettivamente interessante sapere i numeri dei votanti per sapere quanto dovrebbe essere numerosa una claque per pilotare il risultato. Anch’io sono rimasto sorpreso della performance della Caterina, però non ne farei un dramma. Ok, probabilmente c’è un passaparola creato da persone molto motivate che ha le ha portato un sacco di voti, ma non ci vedo nulla di male: immagino che ciascuno abbia votato comunque in base alle proprie convinzioni. Nulla vieta agli altri di attivarsi per far pubblicità al proprio candidato e aumentarne i rispettivi voti.