Sequestra una prostituta e poi la rapina dopo averla minacciata con un coltello: a distanza di un mese lei lo riconosce e lo fa bloccare dalla polizia

Ha fatto salire una prostituta in macchina e sotto la minaccia di un coltello, le ha sottratto 200 euro, per poi scaraventarla fuori dall’auto con un pugno nel fianco. L’autore della rapina, avvenuta a inizio ottobre, è stato denunciato ieri notte dalla polizia, intervenuta in viale Fratelli Cervi su segnalazione della vittima, una 23enne albanese, che aveva riconosciuto l’uomo mentre percorreva in macchina la tangenziale. Le Volanti hanno imposto l’alt alla vettura e hanno trovato, nascosto dietro il sedile anteriore, un coltello a serramanico di porto illegale, lo stesso usato un mese prima per compiere la rapina. L’uomo, un 44enne pratese finora incensurato, è stato denunciato per sequestro di persona a scopo di estorsione e porto illegale di coltello. La prostituta è stata trattenuta in Questura per le verifiche dell’Ufficio Immigrazione sulla sua presenza in Italia.

I commenti sono chiusi.