Ultima settimana per vedere la mostra “Le belle energie”, dedicata agli anni d’oro del Metastasio

Carmelo Bene e Franco Branciaroli nel Faust al Met (1976)

Ultima settimana per visitare la mostra fotografica “Le belle energie. Metastasio, 1968-1982. Passione e intelletto sul palcoscenico”, promossa dall’assessorato alla cultura in tre spazi distinti: il Cassero medievale, la Saletta Valentini e il Foyer del Teatro Metastasio (ingresso libero, fino a domenica 30 ottobre). La mostra, curata da Stefano Franceschini e Oriana Goti, ripercorre in duecento immagini tre lustri di vita teatrale cittadina attraverso gli scatti con i quali Alberto Filippi e Marcello Zella hanno ‘fermato’ la vita di decine di spettacoli spesso memorabili: Ronconi e Lindsay Kemp, il Living Theatre e Strehler, Dario Fo e Kantor, Romolo Valli, Tino Buazzelli, Salvo Randone, Valentina Cortese, Paolo Poli, Carmelo Bene…
In queste settimane i tre spazi espositivi hanno attirato migliaia di visitatori (più di 2mila fra Cassero e Saletta Valentini, oltre a quelli registrati al Foyer del Met), desiderosi di rileggere, ricordare e conoscere attraverso le immagini una stagione d’oro del teatro cittadino. Tra il 1968 e il 1982 Prato è stata infatti una delle capitali teatrali d’Italia, per la ricchezza dei cartelloni, per la curiosità verso nuove forme di produzione teatrale e verso inediti linguaggi scenici. In quegli stessi anni la città era ancora quel cantiere aperto, ribollente e fascinoso, che si era andato formando durante il boom economico. In quegli anni Prato cresceva, si arricchiva di lavoro e di nuovi cittadini, cambiava pelle pur rimanendo fedele a se stessa. E il Metastasio è stato come uno specchio nel quale andava riflettendosi la metamorfosi della città e dei suoi abitanti.
«E allora, liberatele quelle belle energie», è l’incoraggiamento che il Comico rivolge al Poeta nel ‘Prologo in teatro’ del Faust di Goethe. Non a caso l’assessorato alla cultura ha scelto ‘Le belle energie’ come titolo per la mostra: un tributo alla potenza del teatro e allo stesso tempo un incoraggiamento per la città. Intanto, la campagna abbonamenti del Metastasio sta facendo registrare dati molto positivi e la stagione 2011/2012 è alle porte. Si parte  mercoledì 26 ottobre, con la “Cantatrice Calva”: la commedia di Ionesco viene messa in scena in prima nazionale con la regia di Massimo Castri e gli attori della compagnia del Met. Repliche fino a domenica 30 ottobre. Da non perdere.
Orari mostra: Saletta Valentini e Cassero da mercoledì a sabato 16-19, domenica 10-13; Foyer Metastasio da lunedì a sabato 9.30-12.30 e 16-19, da mercoledì anche dalle 20.30, prima degli spettacoli.

Un pensiero su “Ultima settimana per vedere la mostra “Le belle energie”, dedicata agli anni d’oro del Metastasio